Aperte le indagini per chiarire la dinamica e la matrice del colpo

I botti di Capodanno non hanno ancora finito di scoppiettare. Ma a subire i danni sono stati anche i commercianti e le imprese. Durante I primi giorni del nuovo anno, infatti, ad essere danneggiata è stata anche una impresa di costruzioni situata in corso Avezzana. Lo scoppio di una bomba-pedardo ha mandato infatti in frantumi l’intera vetrina di una delle finistre della sede di corso Avezzana. Sul posto si sono subito recati gli agenti di polizia. Si indaga adesso per studiare la dinamica esatta e per verificare il movente dello scoppio. Al vaglio degli investigatori diversi interrogativi, dai quali non è esclusa la matrice di tipo estorsivo. Ipotesi però tutta da verificare e da accertare. Al momento i pochi elementi non portano gli inquirenti a fare luce sui fatti.
 




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono