Nonostante si registrino tante buste paga, il Maresca è sempre a corto di personale

(a) per gli abbonati o in edicola – Torre del Greco –  Il caso Maresca ogni giorno ha dei risvolti negativi. Nelle ultime ore è stato lanciato un nuovo allarme di depotenziamento dell’ospedale per il periodo estivo. Infatti, le ore messe a disposizione all’utenza sarebbero solamente sei, dalle ore 8 alle 14. La riduzione sarebbe dovuta alla necessità di consumare le ferie residue che hanno alcuni operatori che ancora devono consumare quelle relative al 2008.
Il malumore è generale, sia da parte degli operatori, sia la parte dei cittadini. In pratica, si sta già attuando la legge 16, prima ancora di averla applicata. Questa legge regionale prevede la trasformazione in P.S.A.U.T. del pronto soccorso,vale a dire che esso sarà adibito a smistare esclusivamente le situazioni di emergenza.
Ma le incongruenza non finiscono qui. Nell’ospedale torrese sono stati effettuati tagli al personale. Tuttavia ci sono tanti dipendenti con regolare busta paga. Come mai? Sull’argomento abbiamo sentito il parere del cardiologo e consigliere comunale Angelo Nocerino: “Dove si lavora non ci sono dipendenti, dove non si lavora ci sono dipendenti. Da dipendente marco il cartellino e lavoro, ma non so dire se tutti fanno lo stesso e se c’è qualcuno che si imbosca”. “La carenza di personale è palese; infatti, negli ultimi giorni,sono andati via due infermieri che non sono stati sostituiti – continua il cardiologo – questo avviene in cardiologia come in pronto soccorso ed in tutti gli altri reparti”.Nessuno sa darci spiegazioni su questo mistero,l’unico dato di fatto è che sarà un’estate rovente per il nosocomio torrese.

Andrea Scala

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea de La Torre 1905 in edicola il 24 giugno 2009




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono