Sorrento – Incentivi alle imprese per la sicurezza sul lavoro: presentato a Sorrento il bando Isi Inail.

Alessandro Piro, presidente ImprenditorItalia: “Utili per fare diminuire le morti bianche”.

“Solo lo scorso anno sono state più di mille le morti sul lavoro. Troppo per un Paese che si considera civile. Un dato preoccupante, per combattere il quale occorre creare i presupposti legati alla sicurezza all’interno delle aziende. Perché investire in sicurezza significa investire in competitività”. Sono chiare e dirette le parole di Alessandro Piro, presidente di ImprenditorItalia. Piro trae spunto dagli incentivi Inail legati al bando Isi 2018, che di fatto mette a disposizione delle imprese italiane oltre 370 milioni di euro.

Il bando Isi 2018 è stato presentato nel corso di un’affollata iniziativa svoltasi al Circolo dei Forestieri di Sorrento, al quale hanno partecipato decine tra imprenditori e consulenti del lavoro e anche diversi studenti dell’istituto superiore tasso. Obiettivo, conoscere le modalità di partecipazione al bando, destinato alle imprese che lo scorso anno hanno sostenuto investimenti legati in particolare alla sicurezza e alla crescita delle proprie aziende.

Ad illustrare il bando Isi oltre a Piro sono intervenuti tra gli altri il direttore della direzione territoriale di Nola-Castellammare di Stabia dell’Inail, Attilio Orio; il responsabile della sede Inail di Castellammare, Vincenzo Ammirato Daniela Ferrante, professionista Contarp Inail direzione regione Campania. Presenti anche il vicesindaco di Sorrento, Maria Teresa De Angelis; il presidente di Confinternational, Salvo Iavarone; il presidente dell’ordine dei consulenti del lavoro di Napoli, Edmondo Duraccio; il presidente dell’ordine dei dottori commercialisti di Torre Annunziata, Giuseppe Crescitelli. Nel corso dei lavori è stato proiettato il video-intervista di Ester Rotoli, direttore centrale Inail prevenzione.

“Si è trattato – prosegue il presidente di ImprenditorItalia Alessandro Piro – di un momento per mettere in contatto i vertici Inail e i riferimenti del mondo del lavoro della provincia di Napoli, in particolare quelle piccole e piccolissime imprese che maggiormente hanno bisogno di aiuti per affrontare i costi legati alla sicurezza sui luoghi di lavoro”.

Il nuovo bando Inail, come hanno spiegato i vertici dell’istituto, mette a disposizione delle imprese quasi 370 milioni di euro a fondo perduto (oltre 100 milioni in più rispetto alla scorsa edizione) per interventi che migliorino la salute a la sicurezza dei lavoratori, rispetto alle condizioni preesistenti. Il contributo è pari al 65% delle spese ammissibili a fondo perduto.

Sono ammesse le spese direttamente necessarie alla realizzazione del progetto, quali opere edili ed acquisto di macchinari, nei limiti della singola tipologia di intervento, oltre le eventuali spese accessorie o strumentali funzionali alla realizzazione dello stesso. Queste le tipologie di progetto finanziabili: Isi Generalista, Isi Amianto; Isi Tematica; Isi Micro e Piccola impresa; Isi Agricoltura. “Gli imprenditori possono presentare le loro domande, relative alle spese sostenute lo scorso anno – sottolinea Vincenzo Ammirato – entro il 30 maggio. Una volta valutate positivamente le richieste, si provvederà all’erogazione del relativo contributo a fondo perduto, pari al 65% dei costi sostenuti”.