Anche la città di Torre del Greco ha celebrato la II Giornata Nazionale per le vittime del Covid.

Una giornata di solidarietà, istituzionalizzata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con Legge 18 marzo 2021, n. 35, per conservare e rinnovare la memoria di tutte gli Italiani deceduti a causa dell’epidemia da COVID-19 e, al contempo, per onorare il grande sforzo ed impegno profuso – con dedizione, ormai da più di due anni, da parte dell’intero comparto sanitario nazionale.

Nella giornata della celebrazione, in tutto il Paese, diversi i momenti per ricordare con un gesto o con una pubblica riflessione il grande tributo umano che l’Italia ancora versa ogni giorno a causa della pandemia.

“E’ doveroso – le parole del sindaco, Giovanni Palomba – unirci con una profondo sentimento a tutti i comuni d’Italia, in questo giorno di ricordo e di rispetto per quanti, nel corso di questi due anni hanno perso la loro vita. Un deferente omaggio, sento di rivolgerlo a nome dell’intera amministrazione comunale, alle tante famiglie del nostro territorio che hanno vissuto, in prima persona, la tragedia del COVID non soltanto con la perdita di propri cari, ma anche con conseguenze e ricadute sociali ed economiche legate allo sviluppo della pandemia.ù

Oggi, c’è un mondo necessariamente da ricostruire, con l’ulteriore timore di un conflitto tra Stati da quasi un mese alle porte. Torre del Greco ricorda i suoi figli, vittime del COVID e non dimentica il prezzo altissimo pagato. È un dovere di coscienza da consegnare come segnale di fiducia e di speranza alle nostre comunità”.