rifiuti-ercolano_2016La città di Ercolano sembra essere in piena emergenza rifiuti. Cassonetti per la differenziata stracolmi nelle strade cumuli di rifiuti in ogni angolo della strada. É questa la grave situazione con cui sono costretti a fare i conti in queste ore i residenti alle falde del Vesuvio. La grave situazione è causata dalla fase di passaggio tra la ‘Multiecoplast’ la precedente ditta preposta alla raccolta rifiuti e la nuova che subentra, la ‘Buttol’,una ditta di Belluno scelta della Prefettura di Napoli. Cumuli di immondizia sono presenti sul ciglio della strada che conduce agli Scavi archeologici, in via dei papiri ercolanesi, ma anche nel centro cittadino davanti agli edifici condominiali e nei pressi di scuole e negozi. Corso Resina è invasa da ogni tipo di rifiuto tra cui anche materassi e televisori abbandonati sui marciapiedi a pochi passi dalla casa comunale. La situazione al collasso anche nella zona alta delle città,  Via Luigi Palmieri, traversa che porta alle pendici del vulcano ercolanese. La grave situazione che sta vivendo la città degli scavi è stata così commentata dal primo cittadino Ciro Buonajuto: «Sono in corso gli atti conclusivi del passaggio di cantiere tra la vecchia e la nuova azienda che si occuperà della raccolta dei rifiuti. In questa fase, il servizio è destinato inevitabilmente a subire dei disagi e rallentamenti che si risolveranno entro la fine della settimana. In questa delicata fase di passaggio, chiediamo la pazienza e la collaborazione di tutti evitando, ove possibile, il conferimento di rifiuti in strada».