Torre del Greco  – “Viale dei Pini non è più…”, così avevamo intitolato l’articolo che raccontava il cambio di denominazione di viale dei Pini in via Coscia, ma probabilmente ci sbagliavamo: viale dei Pini ‘vive’ e il suo cuore batte forte nei petti delle persone che vi abitano.

Ieri mattina, nello stesso punto in cui qualche giorno fa c’è stata una cerimonia (leggi) – per pochi intimi – per il cambio del nome della strada che collega via Scappi con Cappella Bianchini, si è svolta una raccolta di firme per chiedere all’Amministrazione comunale di ritornare alla vecchia denominazione di viale dei Pini.
“Quello di viale dei Pini è un nome identitario per la nostra comunità, per farla costruire, i nostri avi hanno ceduto parte delle loro proprietà. Non accettiamo che venga cambiato il nome d’imperio e a vantaggio di una famiglia che per la zona non ha fatto niente”, così a caldo uno dei firmatari della petizione.

“Ma c’è un perché – aggiunge un altro abitante della zona – di chi è questa brillante idea? Io l’ho vista costruire questa strada quando ero bambino…. Questa Amministrazione invece di pensare ad altri problemi che attanagliano la città, pensa a cambiare nome alle strade.”

E ancora: “Il sindaco Giovanni Palomba non ha dato nessuna spiegazione a noi abitanti e residenti della zona. Non ci ha interpellati. Io dico semplicemente che, non siamo per niente d’accordo su questo cambio di nome e per dipiù senza nessuna comunicazione”.

Qualcuno ricorda anche i problemi che ora potrebbero nascere, come: la duplicazione di cartelle esattoriali e di bollette, ed a tutti i costi che servono per aggiornare la documentazione come patente e carta d’identità.

Ma la raccolta firme non è l’unico atto che i residenti hanno pensato di mettere in atto. “Se questa Amministrazione non dovesse accogliere quanto prima la richiesta di ritornare a chiamare questa strada viale dei Pini, andremo a portare la nostra protesta fino a dentro le stanze di Palazzo Baronale”, tuonano i promotori della raccolta firme. Viale dei Pini è!