Un nostro attento lettore ci invia una missiva che noi pubblichiamo:

Egregio Direttore, in merito all’articolo apparso su “La Torre” il 17 maggio u.s., dal titolo “Fase2, Gallo (M5S): Basta con gestione rifiuto fallimentare a Torre del Greco”, Le rappresento quanto segue. Condivido le istanze dell’onorevole Luigi Gallo, Presidente della “VII Commissione Cultura Scienza e Istruzione”, volte a investire in Cultura e Turismo, come l’attuale governo ha previsto nel decreto “Rilancio”.

Gallo, nel suo commento, rivolge al sindaco di Torre del Greco, Città Leopardiana, critiche relative alla cattiva gestione dei rifiuti solidi urbani dell’amministrazione che offende “l’immagine della quarta città della Campania”. Al riguardo, però non posso esimermi dal rappresentare un disagio per i diversi strafalcioni, presenti all’interno del comunicato. In primis, Gallo parla del “Sommo Poeta Leopardi”! va ricordato che il Sommo Poeta è uno solo: Dante Alighieri.

L’on. Gallo poi riferisce “serve un nuovo accesso a Villa Sora, che possa avvenire attraverso le strade che conducono all’azienda BTicino”! La confusione è evidente. L’onorevole scambia “Villa Sora”, la bella domus imperiale che s’affaccia sul mare, da anni purtroppo in profondo oblio, con “Villa delle Ginestre” che, come tutti sanno, sta in tutt’altra zona di Torre del Greco, ai Camaldoli.

Sempre nel testo, ci imbattiamo poi in eclatanti errori ortografici, “inacettabile”… “pulità”… “tutte le istituzione”. Ebbene, tali errori possono considerasi meri refusi (anche se troppi). Ma, quando l’autore è nientemeno il Presidente della “VII Commissione Cultura Scienza e Istruzione” della Camera dei Deputati, allora quegli errori hanno un peso, segnatamente in prossimità degli Esami di Stato.
Cordiali saluti Antonio Borriello