Quando ormai sembrava tutto fatto per il trasferimento del titolo del S. Agnello a Torre del Greco ed i tifosi corallini tiravano un sospiro di sollievo per aver evitato la scomparsa (seppur ingoiando il boccone amaro di Turris-Logodover ripartire dall’Eccellenza), ecco la brusca ed improvvisa frenata di ieri: a complicare tutto, infatti, la posizione del patron dei costieri, Alberto Negri, che con la cessione del titolo avrebbe perso di fatto la gestione dello stadio di S. Agnello e la possibilità di realizzare il settore giovanile. Le enormi difficoltà riscontrate con la pista sorrentina hanno così indotto la cordata stabiese capeggiata da Giugliano a virare a stretto giro su un altro titolo, quello del Miano, grazie al quale si è avuta in serata la definitiva fumata bianca (decisivo anche l’ intervento di Vincenzo Pastore, presidente del Comitato Regionale campano). Beffa evitata, quindi: Turris in Eccellenza, ma con il titolo della squadra napoletana. Risolto l’intoppo del titolo e dopo le ufficializzazioni dei torresi Manzo e De Carlo (vicinissimo a vestire la casacca corallina anche il difensore Imparato), la neo dirigenza potrà adesso dedicarsi definitivamente al calciomercato, a partire dal nome della guida tecnica di una squadra che dovrà puntare sin da subito al salto di categoria.