Russo e Longobardi siglano una vittoria che permette ai corallini di raggiungere la salvezza

(a) Torre del Greco – Missione riuscita. La Turris supera per due a uno il Francavilla Fontana e conquista matematicamente una salvezza che, dopo la gestione disastrosa di Longo, appariva una missione impossibile. In realtà, il discorso salvezza era stato già ipotecato con il successo casalingo di due settimane fa ai danni del Pomigliano, ma mancava ancora quella matematica certezza che è arrivata domenica scorsa. La vittoria dei corallini ai danni del Francavilla Fontana ed il concomitante pareggio del Bitonto con il Pianura, hanno fatto sì che il distacco dai pugliesi, a tre giornate dalla fine del campionato, ma con questi ultimi che domenica osserveranno un turno di riposo, si sia portato ad otto punti. Un gap che, a conti fatti, i neroverdi di Bitonto non riuscirebbero a recuperare neanche se ottenessero due vittorie nelle ultime due partite a disposizione e le tre concomitanti- ed improbabili- sconfitte dei corallini. Una vittoria, quella con il Francavilla Fontana, arrivata grazie ai gol- e che gol- di Russo- nella foto- e Longobardi. Il primo ha toccato quota venti reti, il secondo, arrivato a metà Dicembre, ha la media di quasi un gol a partita: numeri impressionanti per un attacco che ha letteralmente trascinato i corallini alla salvezza e che ha colmato le pecche e le lacune di una difesa disastrosa. Centrato l’obiettivo stagionale, il presidente Gaglione potrà iniziare a programmare il futuro con meno patemi e quando si parla di futuro, i pensieri vanno già agli obiettivi del prossimo campionato. Il patron corallino è stato chiaro: “ Se resto solo al comando, non posso promettere una squadra per vincere il campionato. Se ci saranno persone disposte ad affiancarmi con qualsiasi ruolo, allora il discorso cambia”. In realtà, qualche “ragionamento” sembra già esserci con alcuni imprenditori, ma è ancora troppo presto per capire se e come questi nuovi personaggi saranno disposti ad entrare in società.

Andrea Liguoro

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 28 aprile 2010