Se con la Sessana era stato fatto il buco, con il Forio è stato messo il chiodo. Prima di appendere il quadro della promozione, però, mancano ancora sei passi, ma la cosa certa è che De Carlo e compagni stanno creando tutti i presupposti per farlo. La Turris vince di misura ad Ischia non senza sofferenze, ma i tre punti Forio-Turris-2015conquistati contro gli isolani sono pesanti e spingono sempre più i corallini verso la D. Le distanze dall’inseguitrice Sessana, vittoriosa di misura contro il San Giorgio a Cremano, restano sempre quattro, ma adesso le giornate dalla fine del campionato sono diventate sei. Nella trasferta di Lacco Ameno, Santosuosso schierava il solito 4-3-1-2: D’Amico tra i pali; gli esperti De Carlo e Imparato al centro della difesa, Somma a sinistra e Salvatore a destra; mediana a tre con Manzo centrale, Lordi e Cigliano interni; Iuliano dietro le due punte Grezio-Majella. Il clima ostile creato ad hoc dai padroni di casa innervosiva non poco i corallini e caricava gli isolani: l’avvio, così, si rivelava in salita, con la Turris che non riusciva a sfondare ed i padroni di casa che la mettevano sull’agonismo. La prima occasione era di marca corallina: al 7’, Majella serviva Grezio che si involava, ma la sua conclusione dalla distanza finiva a lato. Il Forio rispondeva con qualche conclusione che non impensieriva D’Amico, poi era ancora la Turris ad andare vicinissima al gol con Majella che, al 23’, metteva alto di testa a pochi passi dalla porta. Sostanziale equilibrio fino alla fine del primo tempo, con l’unico sussulto creato da Maggino, il cui cross diventava un tiro che metteva in difficoltà D’Amico, aiutato dalla traversa. Nel secondo tempo, il copione non cambiava: l’agonismo degli isolani metteva in difficoltà i corallini e allora Santosuosso inseriva Ferraro e passava al 3-4-3. La Turris andava vicinissima al gol al 28’: Majella si fiondava su una rimessa laterale lunga e la sua conclusione rasoterra colpiva il palo. L’occasione, però, capitava anche al Forio con il neo acquisto Mazzella che si involava dopo un errore di Somma, ma il suo tiro veniva respinto da D’Amico. Il Forio calava d’intensità, la Turris accelerava e prima sfiorava il gol con un cross di Grezio su cui nessuno degli attaccanti corallini arrivava per la zampata vincente, poi lo trovava con un colpo di testa di Lordi, bravissimo ad insaccare in torsione su calcio d’angolo. Gli isolani non ne avevano più per provare l’assalto alla ricerca del pari e finiva così, con una vittoria sofferta, ma che pesa tanto per la classifica. “Siamo riusciti a venire a capo di una partita ostica in un ambiente ostico, contro un Forio che si è dimostrata squadra temibile – afferma Santosuosso a fine gara-. Il gol lo abbiamo cercato sempre, lo abbiamo sfiorato diverse volte con Majella e Grezio e lo abbiamo trovato alla fine”. Una vittoria che sembra mettere una bella ipoteca sulla vittoria finale, ma Santosuosso avverte: “Abbiamo quattro punti di vantaggio a sei partite dalla fine e quattro di queste sono particolarmente difficili. Nonostante il vantaggio, quindi, non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia”.
Andrea Liguoro

ECCELLENZA GIRONE A – 24° GIORNATA
PUTEOLANA – CAMPANIA 2-2
VOLLA – CASAGIOVE 1-0
ERCOLANO – PROCIDA 0-0
FORIO – TURRIS 0-1
STASIA – QUARTO 0-0
SESSANA – SAN GIORGIO 1-0
PORTICI – SIBILLA 1-2
GLADIATOR – SAN MARCO TROTTI 3-1

LA CLASSIFICA
TURRIS 59
SESSANA 55
ERCOLANO 48
VOLLA 43
SAN MARCO TROTTI 34
PORTICI 34
GLADIATOR 33
CAMPANIA* 30
SIBILLA* 29
STASIA 28
QUARTO 25
FORIO 24
CASAGIOVE 23
PROCIDA 22
PUTEOLANA 21
SAN GIORGIO 19
* una gara in meno