Turris-ECS-ph2-20140830La Turris fornisce ancora un’altra buona prestazione nell’amichevole che chiude l’ultima settimana di preparazione prima dell’inizio della stagione ufficiale. Al “Liguori” i corallini hanno affrontato l’Equipe Campania Salerno (3-3 il finale) che annovera tra le sue file calciatori del calibro di Bolzan, Varriale, De Luca, Neglia, Fontana, Celli, solo per citarne alcuni. Mister Pasquale Santosuosso ha mandato in campo nel primo tempo la seguente formazione:

Turris (primo tempo): Apuzzo, Liguori, Imparato, De Carlo, Pappadia, Garello, La Montagna, Manzo, Carbonaro, Grezio, Ramondo.

Turris-ECS-ph3-20140830Una magia di Ciro Manzo su punizione e il colpo di testa vincente di Garello mandano la Turris sul 2-0 già nel primo tempo. Frazione che però si chiude con il rigore realizzato da Trimarco (ex Gelbison). Elevati i ritmi della prima frazione con una Turris che ha sfoderato una buonissima proprietà di palleggio.
Nella ripresa spazio ai giovani.

Turris (secondo tempo): D’Amico, Liguori, Gallo, Santoro, Carbonaro, La Montagna, Somma, Cigliano, Manzo, Ramondo, Ferraro.

La Turris va sul 3-1 con un altro colpo di testa di Cigliano prima di venire raggiunta nel finale  quando ormai neanche più i senior erano in campo. Continua a crescere dunque la condizione in casa Turris in vista del primo impegno ufficiale in casa della Pro Pagani.
Gara che aprirà il girone 18 della Coppa Italia D’Eccellenza.

IL COMMENTO (Andrea Liguoro) Al cospetto di una formazione decisamente più blasonata, la Turris di Turris-ECS-ph4-20140830Santosuosso non ha per niente sfigurato. Anzi. Nel primo tempo, oltre alle due marcature, si sono intraviste buone trame di gioco grazie ad un semplice, pratico e convincente 4-4-2: sicurezza Apuzzo tra i pali; in difesa, bene Imparato al fianco di De Carlo; Manzo la mente pensante ed il leader del centrocampo (la bella prestazione è stata impreziosita dalla splendida punizione dell’uno a zero); Grezio mobilissimo su tutto il fronte d’attacco. Allo stesso tempo, si è capito perché la società sia alla ricerca di un centrocampista e di una prima punta: manca ancora un tassello in mezzo al campo così come un attaccante che possa concretizzare ancor di più l’enorme lavoro di Grezio e con il quale poter duettare. Nel secondo tempo, invece, spazio principalmente ai giovani, a Ferraro (che potrà tornare molto utile) e ai ritmi blandi. Tra sette giorni il primo impegno ufficiale: si potrà tirare qualche altra somma prima dell’inizio del campionato.