La supersfida del “Liguori” ha detto Turris. Per il risultato: uno a zero. Per la prestazione: Turris sempre quadrata ed equilibrata, più e più volte vicina alla rete del raddoppio senza mai subire nulla; Sessana mai pericolosa, ma soprattutto mai determinata, né fisicamente né psicologicamente, a cercare una vittoria prima ed un pareggio poi. Lo dice la classifica: Turris prima a +4 sull’inseguitrice che adesso sarà costretta ancor di più a dover inseguire e a non poter più sbagliare. E dopo lo scontro diretto del “Liguori” lo dice anche il morale: perché la Turris ha dimostrato in lungo e in largo di meritare il primo posto al cospetto di un Turris-Sessana-2015-coreografiaavversario che, da inseguitrice, avrebbe dovuto avere il coltello tra i denti, la foga agonistica per tentare il sorpasso. E che invece dal “Liguori” esce molto ridimensionato nelle sue velleità di vittoria finale. Il pomeriggio si apriva con uno stadio finalmente pieno: stracolma la Tribuna, un pò meno i Distinti che però offrivano una coreografia da brividi con una citazione di leopardiana memoria (ph Salvatore Varo). Santosuosso si affidava ancora al giovane D’Amico tra i pali (che di under, ormai, sembra avere solo la carta d’identità); difesa a quattro con il duo Imparato-De Carlo al centro, Gallo a destra e Somma a sinistra. Chiavi del centrocampo affidate a Manzo, con Lordi e La Montagna interni; Iuliano dietro le punte Majella e Grezio. L’equilibrio iniziale veniva interrotto al 15’ dalla Turris quando Grezio, approfittando di un errore della difesa casertana, ci provava da ottima posizione, ma la conclusione era troppo centrale e Ciondoli respingeva. Tre minuti più tardi, invece, ci provava Manzo al volo, palla di poco a lato. Poi era Majella, al 22’, ad andare vicinissimo al gol, ma il suo colpo di testa a portiere battuto veniva salvato sulla linea da Gargiulo. Il gol era maturo ed arrivava al 25’: Grezio serviva a Majella la palla su cui fiondarsi per insaccare la zampata del vantaggio. Il “Liguori” esplodeva e ci andava di nuovo vicino al 29’ ancora con Majella che a pochi passi dalla porta divorava clamorosamente il gol del raddoppio. La Sessana era stordita e mai pericolosa, la Turris compatta e ordinata: i corallini, guidati da un insuperabile De Carlo e da un sicurissimo D’Amico tra i pali, non rischiavano mai nulla. Stesso copione anche nel secondo tempo, quando anzi erano i corallini a sfiorare più volte il gol del raddoppio: Manzo ci provava su punizione al 10’, palla di poco a lato; stessa sorte per la girata di Grezio al 18’. Arrivava finalmente anche uno squillo della Sessana, con Parente che ci provava da fuori, ma D’Amico controllava. Null’altro di pericoloso accadeva fino alla fine, con la Turris abile a controllare il vantaggio, ma soprattutto con una Sessana mai alla ricerca insistente del pareggio. “Se oggi la Turris è a questo punto, il ringraziamento va a tutti quelli che ci sono stati vicini dall’inizio di questa avventura, dagli sponsor alle istituzioni – esordisce il presidente Giugliano, per la prima volta ai microfoni in un post-partita-. E se la gode anche questa società che fa tanti sacrifici, non solo economici. Stiamo creando qualcosa di importante e credo che questo pubblico non si vede neanche in serie C. Sono contento perché è stato un pomeriggio di sport, il pubblico si è comportato benissimo con una coreografia tra le migliori viste in Campania. Siamo con un piede in D”. “Dopo sette mesi di duro lavoro – afferma il ds Vitaglione – è arrivata la prima grande soddisfazione. Abbiamo battuto la migliore squadra del girone e staccata in classifica. Ma mancano ancora sette partite, saranno sette battaglie e quindi non cantiamo ancora vittoria. Abbiamo riportato tanta gente allo stadio ed è stata una soddisfazione enorme, ma che questo sia un punto di partenza e non di arrivo perché questa città e questi tifosi meritano altri palcoscenici perché l’Eccellenza va veramente stretta con un pubblico del genere”. Adesso sì, la capolista se ne va…
Andrea Liguoro

ECCELLENZA GIRONE A – RISULTATI 23° GIORNATA
SIBILLA – ERCOLANO 0-4
CAMPANIA – FORIO 2-1
TURRIS – SESSANA 1-0
SAN MARCO TROTTI – PORTICI 2-2
CASAGIOVE – PUTEOLANA 1-0
SAN GIORGIO – QUARTO 0-2
GLADIATOR – STASIA 3-0
PROCIDA – VOLLA 1-6

LA CLASSIFICA
TURRIS 56
SESSANA 52
ERCOLANO 47
VOLLA 40
SAN MARCO TROTTI 34
PORTICI 34
GLADIATOR 30
CAMPANIA* 29
STASIA 27
SIBILLA* 26
FORIO 24
QUARTO 24
CASAGIOVE 23
PROCIDA 21
PUTEOLANA 20
SAN GIORGIO 19
* una gara in meno