Roma – Atletica paralimpica: record italiano di Tonetto nel disco e Petrillo nei 400

La partenza per gli Europei paralimpici di Atletica leggera di Bydgoszcz (Polonia), programmata fra qualche giorno, si avvicina con il migliore degli auspici per la maglia azzurra.
Sono due i convocati della Nazionale che si presenteranno all’appuntamento con due freschi record italiani in tasca, siglati lo scorso weekend.

Il primo è a firma del lanciatore amputato Lorenzo Tonetto (Trionfo Ligure), già ottavo agli ultimi Mondiali del 2019. A Donnas (Aosta), in occasione del Meeting Regionale FIDAL, il discobolo ligure realizza un lancio da 47,04 al quarto tentativo che migliora il primato della categoria F64 di ben 43 centimetri, risalente al 2019. Alla seconda prova comunque, l’atleta genovese aveva iniziato benissimo con la prima migliore prestazione assoluta della giornata trovata a 46,91.

Il secondo arriva nuovamente dall’atleta transgender ipovedente Valentina Petrillo (Omero Bergamo). Ad oltre un mese dalla sua ultima uscita da record, la velocista napoletana erode per ulteriori 86 centesimi il suo precedente limite nazionale dei 400 T13 correndo in 1.00.31. Con questo crono la Petrillo centra la cosiddetta High Performance, valida per portare all’Italia nuove slot per le Paralimpiadi di Tokyo.

Tra gli altri Azzurri che andranno in Polonia da segnalare il 13,04 di Nicky Russo (Atletica Virtus Lucca) nel peso F35 a San Benedetto del Tronto, ed i tempi di 51.03 per Raffaele Di Maggio (Anthropos Civitanova) realizzato a Palermo nei 400 T20, e di 53.87 per Riccardo Bagaini (Sempione 82) nel giro di pista T47 di Donnas.

A Rieti invece test importante per la pluricampionessa Martina Caironi (Fiamme Gialle) che conclude i 100 T63 in 14.93, Monica Contrafatto (Studentesca Rieti Milardi) al PB di 14.97 nella stessa specialità e Oxana Corso (Fiamme Gialle) che corre i 100 T35 in 15.64.

Domani alle ore 16, sul canale Facebook di FISPES, ci sarà la presentazione online della squadra azzurra che parteciperà all’Europeo.