Dermatologia

Le verruche sono delle lesioni cutanee di natura benigna, causate da un virus, il papillomavirus umano (HPV).
Il contagio avviene principalmente tramite contatto diretto con delle verruche altrui o tramite autoinoculazione, ovvero infezione nella stessa persona, ad esempio con il grattamento. Un’altra possibilità di trasmissione dell’HPV è per via indiretta, cioè attraverso il contatto con oggetti su cui sono presenti squame di verruche (piscine, saune, asciugamani…). Tuttavia le squame perdono rapidamente la capacità di contagio in quanto il tempo di sopravvivenza del virus al di fuori del corpo umano è molto breve.
Importante nell’insorgenza e nel decorso dell’infezione è lo stato immunitario del soggetto, che se buono permette di reagire e combattere l’HPV, mentre se fragile determinerà una più lunga durata della malattia.
I metodi a disposizione del dermatologo per la terapia delle verruche sono diversi: domiciliari, con applicazione di soluzioni o pomate contenenti acido salicilico e acido lattico; ambulatoriali, attraverso crioterapia, che resta la metodica principale, elettrocoagulazione o laser.
Il dermatologo sceglierà la terapia più adeguata in base alle caratteristiche del soggetto e al numero e alla tipologia delle verruche.

Dott.ssa Luigia Panariello
Medico-Chirurgo
Dermatologia

 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 7 dicembre 2011