Una città sporca, così si presenta Torre del Greco agli occhi di tutti. E’ uno dei tanti esempi di una cattiva gestione di un territorio del sindaco Giovanni Palomba.
Le denunce dei cittadini sui social vanno avanti da tempo ed il sindaco ed i suoi amministratori non riescono in alcun modo a risolvere la vicenda.
Infatti, lo fa attraverso una nota che, secondo alcuni, non fa altro che evidenziare il fallimento dell’amministrazione Palomba scaricando la colpa sulla azienda che gestisce la raccolta dei rifiuti.

Di seguito riportiamo integralmente il comunicato diramato alla stampa:

Il sindaco di Torre del Greco, Giovanni Palomba, determinato sulla questione rifiuti in città:
“Inizio il 2019, lavorando insieme ai dirigenti del settore N.U per adottare, nell’immediato, le misure più opportune ed idonee che ci consentano di arrivare alle nuove procedure di gara – per l’affidamento del recente piano industriale, approvato in consiglio comunale – in modo più dignitoso, ma soprattutto in modo tale da garantire serenità ai cittadini”.

Incontro al vertice, questa mattina, al complesso La Salle tra il primo cittadino, il dirigente alla N. U. Ernesto Merlino ed il neo dirigente all’avvocatura, Antonio Iacomino.
Inviate pec esplorative alle Ditte, specializzate nella raccolta rifiuti, per chiedere disponibilità temporanea, nello svolgimento del servizio di raccolta in città, sino alla nuova gara d’appalto.

A seguito, infatti, del disposto della sentenza del Tar, pronunciata qualche giorno prima della pausa natalizia, la ditta GEMA non può più continuare il proprio servizio, se non fino all’affidamento pro-tempore ad una nuova ditta.
“Sono, personalmente, vicino – la dichiarazione di Giovanni Palomba – ai cittadini torresi. Sto tentando, insieme ai dirigenti e tecnici del settore di contenere il problema rifiuti e di risolverlo, implementando un nuovo e più adeguato piano di raccolta.
Invito, pertanto, tutti alla massima collaborazione anche per le prossime settimane in cui potrebbero registrarsi, paradossalmente, ulteriori criticità severe.
Garantisco, tuttavia, che stiamo vigilando in modo continuo e puntuale sull’operato quotidiano della ditta GEMA, intervenendo sulle inadempienze con sanzioni amministrative”.