Loredana Raia (Pd): “Su commissione Pari opportunità e Centro antiviolenza sono troppi i ritardi accumulati dall’amministrazione Borriello”. Troppi ritardi su commissione Pari opportunità e Centro antiviolenza a Torre del Greco: il capogruppo del Pd a palazzo Baronale, Loredana Raia, attacca l’amministrazione. Una dura presa di posizione quella della consigliera democratica, che punta l’indice contro i ritardi della maggioranza e Raia-Borrielloin particolare dalla giunta sulla costituzione dell’organismo chiamato a tutelare la “parità di genere”. Partendo da un dato: “Undici anni fa – afferma Raia – mi sono battuta per l’istituzione della prima commissione Pari opportunità, della quale sono poi stata presidente. Erano altri tempi: infatti, in consiglio comunale ero l’unica rappresentante donna. Oggi invece, con quattro consigliere e tre assessore, ci troviamo a vivere il paradosso non solo in otto mesi non è stato fatto nulla, ma soprattutto che le deleghe a Pari opportunità e Centro antiviolenza sono state tolte all’assessore Anita Di Donna per finire nel calderone delle Politiche sociali di competenza del vicesindaco Capone. Un uomo. Tutto questo è semplicemente ridicolo!”.
Per Loredana Raia “questo atto dimostra non solo che non c’è alcuna conoscenza del tema, ma anche che c’è assoluta mancanza di sensibilità verso l’argomento. Ho dato un’occhiata alla bozza di regolamento che è all’attenzione della prima commissione consiliare. La prima cosa che mi viene da dire è: giù le mani dalla commissione Pari opportunità. Da capogruppo del Pd, non consentirò infatti che il sindaco e la sua maggioranza facciano di questo strumento un uso improprio, a cominciare dalla sua composizione che, ancora una volta, si vorrebbe realizzare con la solita becera logica della ‘spartizione’ di stampo maschile. Prima i prosindaci nominati per accontentare qualche sconfitto alle scorse Amministrative, oltre che qualche ‘vecchia amica’ già nota alla nostra comunità sempre per ‘meriti’ di Borriello; ora stanno provando ad utilizzare la commissione Pari opportunità per pagare qualche altro debito contratto in campagna elettorale”.
Il capogruppo Pd focalizza poi l’attenzione su un altro tema importante, quello relativo alla costituzione del Centro antiviolenza: “L’amministrazione Borriello – sottolinea Raia – vanta un primato negativo per il ritardo ingiustificato che è riuscita ad accumulare su un centro destinato ad accogliere donne maltrattate. È semplicemente vergognoso che questa amministrazione si continui a dimostrare cieca e sorda nei confronti dei più deboli. Darò battaglia insieme a tutte le altre amiche del Partito Democratico, che con me e più di me hanno lavorato sodo per permettere di intercettare i finanziamenti per la realizzazione del progetto, affinché il sindaco dia una risposta concreta ed immediata sull’apertura del centro. Abbiamo atteso finanche troppo”.