Tra i due litiganti, il terzo gode. Ovviamente i due litiganti sono il centrodestra e il centrosinistra, mentre chi è che gode è il primo candidato ufficiale (Ciro Borriello per il momento è solo candidato alle primarie) per le comunali di maggio. Si tratta di Giandomenico Maglione, 33enne torrese, candidato per il movimento politico-culturale e sociale “Lavoro Comune- Sinistra per Torre”, insegnante di game design presso l’istituto universitario IUDAV di Salerno e curatore, oltre che fondatore, da diversi anni di uno studio creativo. “E’ una grande occasione per dimostrare che un’alternativa al centrosinistra e al centrodestra è possibile – il Palazzo-Baronale-commento di Maglione – a patto di lavorare tutto l’anno, e non solo in campagna elettorale, su idee nuove e dirompenti per il futuro di Torre del Greco assieme ad associazioni e singoli cittadini”. Alcuni punti del suo programma sono “il rimettere il Vesuvio al centro del rilancio turistico della città con la creazione di un centro turistico comunale ecosostenibile e un nuovo sentiero che parta da Torre del Greco, oltre all’adesione al protocollo rifiuti zero”.
Ma tornando ai “litiganti”, nel centrosinistra è ancora bagarre sul nome di Loredana Raia. Dopo i botta e risposta tra le varie anime delle segreterie provinciali e regionali del Pd, il duello si sposta sui manifesti. Infatti, all’indomani dell’annuncio del segretario provinciale Pd Carpentieri di bypassare le primarie e di puntare tutto sul nome di Loredana Raia come candidata a sindaco, era comparso sui muri della città un manifesto dove “le donne democratiche” ringraziavano i partiti per la scelta presa. Ieri, invece, è arrivata la risposta di Gabriele Toralbo (candidato indipendente – area Sel – alle primarie), sempre tramite manifesto: “Le donne democratiche sono per le primarie”.
Nell’intento di trovare una soluzione a questa situazione, è prevista per oggi la venuta in città del segretario provinciale Pd Carpentieri. Sul fronte opposto, Ciro Borriello continua la sua campagna elettorale presentando, insieme ai coordinatori Quirino e Sorrentino, i candidati della lista Mir: “Senza ombra di dubbio, le persone presenti oggi, daranno un supporto fondamentale per la produzione di idee e saranno propulsivi per il rilancio della città di Torre del Greco”, ha commentatolo Borriello. Sempre ieri, poi, c’è stato un vertice regionale tra i partiti di centrodestra dove, in sostanza, si è deciso di annullare tutti i tavoli locali. Già martedì sera, ad una nuova riunione regionale, potrebbe uscire il nome del candidato a sindaco espresso da Forza Italia, Ncd ed Udc. In poleposition i nomi di tre forzisti: Giovanni Palomba, Michele Polese e Antonio Spierto.