Saggio-VAV-Mahieux_2016Domenica 26 giugno 2016 si è tenuto, per il quarto anno consecutivo al teatro M.A.V. di Ercolano il saggio di fine anno di V.A.V. (ass.ne Vocazione Arte Vesuvio) di Ernesto Mahieux, attore di cinema e di teatro di fama internazionale. In un sala gremita di spettatori la scuola di Mahieux ha portato in scena tre spettacoli importanti:
1) “SHAKESPEARE IN PROGRESS…” affidato alla regia di Alfonso Capuano e Giuseppe Miale di Mauro. Mai titolo fu più appropriato per un autore che ci regala scoperte continue dopo secoli e secoli di scrittura teatrale. Quest’anno ricorre il quattrocentesimo anniversario della sua morte e noi tutti siamo ancora pronti a incantarci davanti alle sue parole, a scoprire la bellezza che si nasconde e la vita che scorre. Ogni stralcio del bardo ci aiuta a capire meglio il genere umano nelle sue più profonde sfaccettature e chiunque si avvicini al teatro non può che restarne affascinato. Anche per i ragazzi del nostro corso è stato così – dichiara Alfonso Capuano – il loro amore per il teatro si è amplificato quando ci siamo ritrovati a studiare alcuni brani tratti dai più celebri scritti di Shakespeare. È come se il teatro e Shakespeare fossero nati per incontrarsi e diventare immortali insieme. La decisione di lavorare su alcuni pezzi di Shakespeare è arrivata quasi naturalmente e abbiamo scelto di estrapolare dei brani dai testi che più si confacevano alle caratteristiche dei ragazzi. “Romeo e Giulietta”, “Re Lear”, “Molto rumore per nulla”, “Amleto”, “La Bisbetica Domata” sono i titoli prescelti da cui abbiamo tirato fuori piccole perfomance monologanti o dialogate che impegneranno i ragazzi a confrontarsi con il meraviglioso mondo Shakespeariano. A introdurre e legare questi pezzi c’è un testo esilarante di Peter Handke dal titolo provocatorio: Insulti al pubblico
2) “SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE” affidato alla regia di Antonella Mahieux. Opera meravigliosa, coinvolgente e probabilmente la più completa di Shakespeare. Intrighi amorosi, equivoci, storie di personaggi che si intrecciano o che si sfiorano danno vita ad una notte movimentata e magica.
Con questo testo ho voluto avvicinare i miei allievi – dichiara Antonella Mahieux – al teatro classico di Shakespeare senza staccarmi del tutto dalla fantasia inscenata dagli abitanti del bosco che ospita tutta la vicenda, e dall’elemento comico rappresentato da un gruppo di “attori” sprovveduti che metteranno in scena uno spettacolo un po’ sulle righe in occasione del matrimonio del Duca Teseo e della Duchessa Ippolita in una severissima Atene.
Come sempre, in base al gruppo di allievi che costituiscono il corso, ho cambiato e trasformato diversi elementi secondo le nostre esigenze ed il mio punto di vista riscrivendo l’opera lasciandomi inspirare dalle loro forti personalità. Infine, quest’anno ho unito in un unico spettaccolo i due corsi di recitazione che dirigo e quindi da contorno ci saranno cinque piccole e dolcissime fatine che accompagneranno questa magica notte.
3) “WALK OF FAME OF BROADWAY” affidato alla regia di Carmela Iacono. Uno spettacolo ispirato ai più grandi musical del passato e del presente, teatrali e cinematografici che si concreta in un suggestivo percorso ludico-didattico tutto da ascoltare. Basato su una serie di esercizi fisico-musicali adattati alle capacità personali e attitudinali dell’allievo. Un gioco diventato spettacolo in cui i ragazzi si sono cimentati all’ascolto della propria voce, del proprio corpo e dello spazio teatrale. Un viaggio musicale dalla romantica Parigi, città ispiratrice del musical Moulin Roug, a Grease, uno dei musical di maggior successo della storia del cinema, fino alle musiche di Webber che ha dato vita al musical Evita.
L’evento è stato organizzato, anche quest’anno, dall’Avv. Raffaele Russo, che ha tenuto a sottolineare l’importanza sociale, culturale e formativa del teatro ed in particolare delle scuole di recitazione.