La neonata Accademia delle Arti Lo sberleffo ha debuttato il 26, 27 e 28 Dicembre con Miseria e Nobiltà di E. Scarpetta, commedia voluta fortemente dalla compagnia in apertura della stagione teatrale 2014-2015 in omaggio Mario Scarpetta per il decennale della sua scomparsa.
LoSberleffo-MiseriaNobiltà-2014Sala piena, standing ovation, grande testimonianza di consenso: come interpreta questo successo? lo chiediamo al direttore artistico Pino Brancaccio:
“Si un grande successo inaspettato per una neonata Accademia. Contentezza e soddisfazione è quello che sentiamo tutti noi della compagnia; è stato superlativo; superato oltremodo le nostre aspettative di consenso e di successo. Con sala piena una consistente parte di spettatori pur di vedere lo spettacolo ha accettato di stare in piedi. Questo ci riempie di gioia perché è un segnale di affetto e stima del nostro pubblico. In futuro provvederemo a più repliche affinché tutti possano godersi lo spettacolo comodamente seduti”.
Qual è il segreto per il quale il pubblico vi sente così vicino? lo chiediamo al presidente Antonio Mennella:
“Il segreto? E’ quello che per il mondo del calcio si chiama lo spogliatoio; si è quello il segreto; la compagnia tutta sente l’appartenenza al grande mondo dello sberleffo, un mondo fatto di sberleffiani e simpatizzanti; un mondo aperto a tutti coloro che, nell’esprimere professionalità e voglia di trasmettere passione, conservano il genuino e semplice spirito del divertimento; noi sberlefiani abbiamo come missione principe quella di regalare felicità a tutti coloro che ci seguono e si sentono vicini come appartenenti alla stessa squadra ….. è questa la chiave del nostro successo”.
Un grido unico si erge dalla nave del palcoscenico dell’Accademia: “AVANTI TUTTA!!”