L’alunna Rosa Formisano della quinta A della scuola primaria Rodinò di Ercolano, con il suo disegno, ha vinto un premio nazionale bandito dalla Federezione Italiana dei Club e centri per l’UNESCO per un concorso sui diritti umani.

La partecipazione quest’anno è stata particolarmente sentita, dal Nord al Sud Italia, forse perchè il tema di quest’anno “1947-2017: 70 anni di impegno dei Club UNESCO nel mondo per la difesa dei Diritti Umani e la valorizzazione del territorio” riguardava proprio il lavoro che i Club UNESCO svolgono nei propri territori, lavoro sempre più prezioso e riconosciuto. Hanno partecipato un totale di 700 allievi provenienti da 12 regioni (Piemonte, Lombardia, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Campania, Puglia, Calabria, Sicilia).

Un grazie è arrivato dagli organizzatori a tutti i Club e Centri che hanno saputo diffondere “così bene il Bando tra le scuole del territorio e supportare studenti ed insegnanti per arrivare a questo bell’esito nazionale”.

La FICLU ha programmato, con il Centro per l’UNESCO di Firenze, le 3 giornate (19-20-21 maggio) che costituiscono il soggiorno-premio per i 3 vincitori e 3 accompagnatori.

I vincitori:

· per la Scuola Primaria: Rosa Formisano, classe V A, I Circolo Didattico Ercolano “Giulio Rodinò” di Ercolano (NA);

· per la Scuola Secondaria di I grado: Lorenzo Giovine, classe II D, I.C. Canelli, plesso “C. Gancia” di Canelli (AT);

· per la Scuola Secondaria di II grado: Antonio Chiarella, Liceo delle Scienze Umane, Istituto di Istruzione Superiore “Giovanna De Nobili” di Catanzaro.

Menzioni d’onore sono state assegnate:

· per la Scuola Primaria a Giulio D’Errico, classe IV B, Scuola Primaria “S. D’Acquisto”, IC 3 Grosseto;

· per la Scuola Secondaria di I grado ad Andrea Turchetto, classe II A, Scuola Secondaria di I grado Leonardo Da Vinci di Cordenons (PN);

· per la Scuola Secondaria di II grado a Federica Zambetta, classe I A, Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Cassano delle Murge (BA).”




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono