Napoli – Appuntamenti: That’s Napoli Live Show a San Potito, San Giovanna a Carbonara, Santa Maria La Nova, Villa Arianna a Stabia.

VENERDì 14 GIUGNO – 17:45

IL COLLE DI SAN POTITO: VISITA E SPETTACOLO THET’S NAPOLI LIVE SHOW

La Cooperativa SIRE vi invita a trascorrere una serata sul colle della Costagliola, situato a pochi passi dal Museo Archeologico Nazionale, per una visita guidata alla quale seguirà il concerto That’s Napoli Live Show organizzato dall’Associazione Ad Alta Voce all’interno della chiesa di San Potito, che da il nome alla zona. In questa area, posta al di fuori della cinta muraria, gli insediamenti iniziarono nell’XVII secolo e, data la salubrità e la bellezza del panorama che si godeva dall’altura, si trattò sopratutto di monasteri appartenenti ai vari ordini religiosi e palazzi nobiliari, spesso progettati ed abitati da importanti architetti, come nel caso di Palazzo Solimena e palazzo Terradilavoro, originariamente abitato dal suo progettista, Giovan Giacomo di Conforto. A seguire, nella chiesa di San Potito, il That’s Napoli live show, che nasce da un’idea del Maestro Carlo Morelli. Lo spettacolo accosta tra loro e talvolta fonde la canzone napoletana classica con le sonorità del linguaggio pop-dance. Il coro si compone di un organico di circa 22 cantanti e quattro musicisti. Ragazzi e ragazze di spiccate personalità, voci estremamente diverse l’una dall’altra unite da un unico scopo: diffondere buonumore, energia e positività attraverso la musica. ‘O Sarracino, Tu vuò fa’ l’americano, O surdato ’nnammurato, trasportano per un ‘ora e mezza lo spettatore in un’atmosfera magica e suggestiva, lo coinvolgono, lo trascinano nella seduzione del canto, lo rendono protagonista attivo del concerto. A fine spettacolo, sarà offerta una piccola degustazione di vino a cura dell’Associazione nell’atrio della chiesa.

PROGRAMMA
17:45 Appuntamento di fronte l’ingresso del Museo Archeologico Nazionale, sotto il porticato della Galleria Principe di Napoli – Piazza Museo, Napoli
20:30 Conclusione delle attività

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO
€ 25,00 comprensivi di visita guidata e concerto That’s Napoli Live Show nella chiesa di San Potito.

N.B. LA PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti).
La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti.

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436 – cultura@sirecoop.it

—————————————————————————————————————————————-

 

SABATO 15 GIUGNO – ORE 10:30

 

COMPLESSO MONUMENTALE DI SANTA MARIA LA NOVA: L’ARTE RINASCIMENTALE…E IL MISTERO DELLA TOMBA DI DRACULA

 

La visita guidata al Complesso di Santa Maria la Nova, nel centro storico di Napoli, ci condurrà alla scoperta dell’antico convento che ospita al suo interno notevoli opere dei piu’ celebri artistidella Napoli di fine Cinquecento e inizio Seicento. La chiesa, detta la Nova per distinguerla da quella che un tempo sorgeva nel luogo dove venne poi edificato Castel Nuovo, venne fondata in stile gotico dai Frati Minori nell’ultimo quarto del Duecento sul terreno donato loro da Carlo I d’Angio’ nel 1279 e fu completamente rifatta a partire dal 1596.Da segnalare, tra le innumerevoli bellezze artistiche racchiuse nella chiesa, vi è sicuramente lo splendido soffitto a cassettoni in legno dorato, nel quale sono incassate quarantasei tavole dipinte, fra il 1598 e il 1603, dai più importanti artisti napoletani dell’epoca, vera e propria antologia della pittura napoletana prima di Caravaggio. Dell’antico complesso conventuale visiteremo inoltre il chiostro di San Giacomo, che presenta volte affrescate e numerosi monumenti funerari lungo le pareti. In particolare, il chiostro piccolo è collegata alla recente ricerca avviata su una tomba nella quale studiosi internazionali sostengono che sia sepolto il conte Dracula. La vicenda ha già attirato un enorme numero di visitatori a caccia della tomba del conte.

 

 

PROGRAMMA

10:30 Appuntamento con gli operatori SIRE Coop presso Largo Santa Maria la Nova, Napoli

12:30 Conclusione delle attività

 

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO € 12,00 ( biglietto al Complesso incluso)

 

La PRENOTAZIONEÈ OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti.

 

INFO E PRENOTAZIONI392 2863436 – cultura@sirecoop.it -www.sirecoop.it

—————————————————————————————————————————————-

 

SABATO 15 GIUGNO – 10:30

 

MERAVIGLIE TRECENTESCHE: LA CHIESA DI SAN GIOVANNI A CARBONARA

 

La visita riguarderà la Chiesa trecentesca di San Giovanni a Carbonara, tra le più ricche di opere d’arte della città, ubicata nell’omonima strada del centro storico, così chiamata in quanto era destinata in epoca medievale a luogo di scarico dei rifiuti inceneriti. La fondazione del monastero e della chiesa va collocata tra gli anni 1339 e 1343 quando Gualtiero Galeota dona agli Agostiniani un suolo fuori le mura denominato ad carbonetum.

Nel 1399, con l’arrivo di re Ladislao di Durazzo a Napoli, ha inizio un completo rifacimento che conferisce alla chiesa l’aspetto attuale. Alla morte di Ladislao nel 1414, per volere della sorella Giovanna si eleva nel presbiterio della chiesa il monumento funebre del sovrano. Nel 1427, voluta da Sergianni Caracciolo, viene costruita la cappella della Natività dei Caracciolo del Sole, aggiunta al muro di fondo della chiesa gotica. La visita offrirà quindi anche l’occasione per ripercorrere il tormentato amore della regina  Giovanna II e del suo amante, assassinato per una pugnalata nel 1432 in Castel Capuano. Per tutto il XVI e il XVII secolo la chiesa si arricchirà di sepolture e monumenti di notevole qualità plastica. Nel Settecento l’architetto Ferdinando Sanfelice, che lavorerà a lungo anche nell’annesso convento, aggiunge all’antica chiesa la cappella per Gaetano Argentonella quale costruirà anche il sepolcro.

Per l’esterno la soluzione sanfeliciana prevedeva una scala a doppia rampa con la quale l’architetto risolse il problema dei dislivelli fra la strada e i diversi ingressi degli edifici, chiesa della Consolazione e cappella di Santa Monica, che formano la complessa struttura architettonica.

 

PROGRAMMA

10:30 – Raduno partecipanti presso l’ingresso della chiesa in via San Giovanni a Carbonara, 5 – Napoli

12:30 – Fine della visita guidata

 

Contributo organizzativo € 7,00

N.B. La PRENOTAZIONEÈ OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti.

 

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436 – cultura@sirecoop.it

 

—————————————————————————————————————————————-

DOMENICA 16 GIUGNO – ORE 11:00

SPLENDORI DI STABIAE: VISITA A VILLA ARIANNA

Sire Coop ci guiderà in percorso alla scoperta dei resti dell’antica Stabia, splendida testimonianza di epoca romana, adagiata sul ciglio del poggio di Varano in una bellissima posizione panoramica. La posizione favorevole permise di edificare molteplici dimore di lusso di notevole estensione, organizzate su più livelli con terrazzamenti. Ci dedicheremo alla visita di Villa Arianna, riaperta dopo sei mesi di chiusura. Così denominata per la grande pittura a soggetto mitologico rinvenuta sulla parete di fondo del triclinio, la villa, la cui area scavata si estende per circa 2500 mq, ha una pianta complessa, sia frutto di successivi ampliamenti, che si adatta alla conformazione della collina di cui segue l’andamento. Gli apparati decorativi testimoniano non solo l’alto tenore di vita che qui doveva svolgersi, ma anche il gusto estremamente raffinato di una committenza altolocata ed esigente. Alla ricchezza degli affreschi fanno da giusto completamento gli apparati decorativi pavimentali con bei mosaici, che presentano un vasto repertorio decorativo a motivi bianco-neri.

PROGRAMMA
11:00 Raduno partecipanti all’Ingresso di Villa Arianna (strada Varano)
12:30 Fine delle attività

Come arrivare: Autostrada A3 Napoli-Salerno (uscita Castellammare di Stabia), proseguire per SS145 (uscita Gragnano) e via Passeggiata archeologica. Da Villa San Marco (via Passeggiata Archeologica n.1 – Castellammare di Stabia) proseguire seguendo l’indicazione turistica “villa Romana di Arianna” fino all’incrocio con Strada Varano.

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO euro 8,00 (ingresso al sito gratuito)

N.B. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti.

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436 – cultura@sirecoop.it




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono