Il 29 maggio alle ore 10: il corteo parte da Palazzo La Salle e attraversa la città

Il 29 maggio alle ore10 si manifesta contro il depuratore industriale, contro l’invasione dei rifiuti solidi e contro la mala politica che ha mal governato la nostra città per decenni.
Al corteo parteciperanno associazioni, comitati, La Torre ed i liberi cittadini che vogliono lanciare un segnale ben preciso alle istituzioni: è necessario un cambiamento!
E’ da quasi un anno che noi de La Torre scriviamo sul depuratore dei "veleni": all’inizio molti avevano difficoltà a comprendere cosa fosse. C’era scetticismo ed incredulità.
Nessuno poteva, o voleva, credere che qualcuno avesse voluto ed autorizzato la costruzione di un "mostro" del genere nella nostra città. Ad oggi, grazie alla vigile ed insistente informazione de La Torre, a qualche associazione ed a qualche comitato, qualcosa si è mosso. Ma ancora non basta: sono tanti i cittadini che non sanno realmente cos’è ed a cosa serve questo impianto industriale.
E’ un momento storico per i cittadini torresi che, per natura "individualista", si trovano ora uniti a combattere un qualcosa che arreca seri danni alla salute e all’economia. Fermare la costruzione di tale mostro è un dovere di ogni singolo cittadino, nessuno escluso. Ci si aspetta che noti imprenditori e professionisti si uniscano al corteo. Non serve guardare la città dall’alto, bisogna che tutti partecipino! E speriamo che ogni cittadino torrese prenda coscienza che la mala politica non risolve i problemi e che uniti si può cambiare questa città, patrimonio di tutti noi. Noi elettori torresi abbiamo il dovere di interessarci alla nostra città e di vigilare su coloro che sono stati eletti e che ci governano.
Antonio Civitillo

Perchè manifestare?
1. Perchè innanzitutto nuoce alla salute dei cittadini torresi.
2. Perchè Torre del Greco non ha, e non ha mai avuto una vocazione industriale tale da giustificare un impianto di depurazione industriale.
3. Perchè non siamo disposti ad accettare sul nostro territorio tutti i rifiuti delle industrie in Italia.
4. Perchè una legge regionale non consente di costruire sulla fascia costiera un termovalizzatore per i rifiuti che ci libererebbe dai rifiuti, però autorizza un impianto ad alto impatto ambientale.
5. Perchè a Torre del Greco ci hanno negato il Polo Orafo, declassato l’Ospedale, chiuso la Dogana ma acconsentono a realizzare un qualcosa che i cittadini non vogliono.
6. Perchè la realizzazione del depuratore è interesse di pochi speculatori e noi dobbiamo dire di no a chi vuol speculare sulle nostre vite.
7. Perchè dobbiamo cominciare a prendere coscienza e ribellarci contro chi non vuole il bene di Torre del Greco.
Uniamo quindi le nostre coscienze e partecipiamo tutti agli incontri e alle manifestazioni contro gli scempi e contro il degrado della città.

La manifestazione si terrà
il 29 maggio alle ore 10: inizio corteo Palazzo La Salle.
Percorso: Palazzo la Salle, verso la chiesa di S. Antonio da Padova, Via Purgatorio, P.zza Luigi Palomba, Via Piscopia, Via Roma, tratto di C.so V. Emanuele, Via Diego Colamarino, P.zza S. Croce, fino a Palazzo Baronale.

Articolo già pubblicato su La Torre 1905 cartaceo – Anno CIII n° 10 – mercoledì 21 maggio 2008