“Molto bella la fontana ma forse sarebbe il caso di diminuire la potenza. Uno spreco incredibile. Ed io, poco più avanti, al quarto piano per avere l’acqua calda devo fare orari assurdi!”, a denunciare sulla pagina Facebook intitolata “Segnaliamo cosa non va nel Comune di Torre del Greco” lo spreco d’acqua che fuoriesce dalla fontana posta nel parcheggio di fronte il complesso Bottazzi (tra via Marconi e via De Guevara) è un’arrabbiata Rosaria, che da il là ai commenti negativi postati sul famoso social network.

Peppe Pomaro dice: “Bella ma progettata o installata male. Fuoriesce l’acqua del ricircolo e pertanto spreca acqua”.
Spreco-AcquaMentre, Domenico Paparone specifica che “la segnalazione è stata già inviata per vedere se possono fare qualcosa, perché è necessario ridurre ogni spreco”.
Da un problema ad un altro, anzi: ad altri. Antonio Palomba, infatti, mette l’accento sull’isola ecologica che sorge a pochi passi: “Uno scempio, una delle vergogne della passata amministrazione, del distributore di benzina sul suolo pubblico, dell’ iniziativa dell’ufficio tecnico di coprire con l’asfalto la mancanza di mattonelle sul marciapiede di via Marconi e nell’alloggiamento degli alberi oramai abbattuti”.

Domenico Paparone, parlando sempre dell’isola ecologica spiega che “ l’appalto attuale è stato confermato dal consiglio della magistratura (Consiglio di Stato, ndr) recentemente e dovrebbe durare fino al 2016. Facendo un altro appalto, si rischia un altro contenzioso che si aggiunge a quello già esistente, per quella ditta del nord che fu licenziata dopo 15 giorni (mi pare che si tratti di 800mila euro da rimborsare)”. Ma non è tutto. “Dopo le elezioni – aggiunge Paparone – si dovrebbe insistere per vedere come partire con un porta a porta anche gradualmente, assumendo direttamente altri operatori a tempo perché è rischioso modificare gli accordi attuali. Anche per gli alberi bisognerebbe attivarsi e controllare a partire da tutte le zone soggette a dei lavori”.