(a) Torre del Greco – A Torre del Greco c´è una periferia che merita di essere guardata con attenzione. Nella zona che si estende da S. Vito fino ai confini con la città oplontina abitano circa 30.000 persone. “Negli ultimi
anni il livello culturale dei giovani è cresciuto – afferma Don Franco Contini, parroco della parrocchia di S. Maria la Bruna – tuttavia tanti giovani laureati torresi vanno via. Oltre alla chiesa non c’è nulla, i ragazzi non sanno
dove andare”. “Abbiamo attrezzato le strutture – dice don Franco – per poter creare quel movimento capace di farci conoscere e far vivere compiutamente la vita della comunità”. Nei locali della chiesa sono stati realizzati
alcuni luoghi di aggregazione come la stessa aula di informatica, frequentata già da decine di bambini e ragazzi della zona. Mentre è già presente il campetto di calcio, annesso alla chiesa, non ci sono nell’ampia area di periferia luoghi dove potersi sedere o, magari, lasciare che i più piccoli possano giocare. “C’è la nuova strada che sicuramente creerà movimento per il lato sud della nostra zona. Per il lato nord – propone il parroco – potrebbe essere allungata la strada Panoramica fino alla zona di Cappella Bianchini”. “Il comune ci ha fornito i bus per accompagnare un gruppo di ragazzi ad Assisi dal 27 al 30 dicembre – conclude don Franco – ma tanto c’è ancora da fare per crescere socialmente. Bisogna dare delle sicurezze ai nostri ragazzi, il futuro
non si costruisce su delle ipotesi. Bisogna incentivare l’attività dei ragazzi, promuovere il loro spirito imprenditoriale”.

M.C. Izzo

Articolo pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 16 dicembre 2009

Articoli collegati: un viaggio tra i disagi
<a href=https://www.latorre1905.it/home/leggiNotizia.asp?ID=2764">- Il Buio della periferia torrese</a>