(a) Torre del Greco – Con l’avvento delle feste natalizie, si inizia a vedere una città abbellita da luminarie e da
addobbi vari; le musichette sottofondo, poi, rendono l’atmosfera ancor più piacevole. Questo è quanto avviene al centro di Torre del Greco. Nella periferia della città corallina, invece, sono insufficienti le iniziative intraprese per le festività. Ma non solo. Più ci si allontana dal centro e maggiori sono i problemi a cui si va incontro.
Rifiuti per le strade, un litorale malconcio, scuole a rischio chiusura, parcheggi insufficienti, stazioni della circumvesuviana in stato di degrado e tanti altri sono i problemi che riguardano la zona periferica. Sull’argomento, l’ex sindaco Valerio Ciavolino risponde alle nostre domande: “Penso che l’amministrazione
segua i propri obiettivi senza badare alla collettività. A rendere sporche le strade periferiche è l’inefficienza della raccolta differenziata, anche se l’attuale amministrazione continua a dire che è a buon punto”. Scuole a rischio chiusura, stazioni della circumvesuviana in pieno degrado. Cosa ne pensa? “Gli attuali amministratori, continuano a non interessarsi al bene comune, anche in punti fondamentali come l’istruzione. Per il problema stazioni- continua Ciavolino- basterebbe fare un esposto alla circumvesuviana per ovviare al problema. La
verità è che gli unici progetti portati avanti, in malo modo, sono la raccolta differenziata ed il piano traffico, con dossi che sono al limite della legalità”.

Andrea Scala

Articolo pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 16 dicembre 2009

Articoli collegati: un viaggio tra i disagi
<a href=https://www.latorre1905.it/home/leggiNotizia.asp?ID=2764">- Il Buio della periferia torrese</a>