Ladri di alluminio in azione in città. La polizia sorprende due ladri intenti a rubare gli infissi di una casa abbandonata. In tempi di crisi anche un materiale anonimo e di non molto valore, può essere oggetto di attenzioni da parte dei malviventi.

Ed è proprio così. Un furto anomalo che fa riflettere, e di fronte al quale anche i più attenti osservatori restano perplessi. Non molto tempo fa è arrivata persino la segnalazione che ad essere rubato è stato addirittura un ladri-in-azionecancello d’alluminio di uno stabile. Questa volta ad agire sono stati in due. Infatti, gli agenti del Commissariato di P. S. di Torre del Greco, guidati dal primo dirigente Paolo Esposito, hanno tratto in arresto Antonio Caruso, 24 anni, e Salvatore Gargiulo, 20 anni, entrambi torresi, responsabili, in concorso tra loro, di furto in abitazione. Verso le tre del pomeriggio del giorno scorso, dopo la segnalazione della centrale operativa, i poliziotti sono intervenuti in via San Giuseppe alle Paludi, presso una villa disabitata, dove erano stati segnalati dei forti rumori. I forti rumori di martellate provenienti dalla villa sono continuati anche quando gli agenti sono giunti sul posto. I poliziotti, a questo punto, hanno scavalcato il muro di cinta e si sono diretti verso il garage, all’interno del quale hanno sorpreso Antonio Caruso e Salvatore Gargiulo intenti a rompere i vetri di alcuni infissi in alluminio. Gli agenti hanno poi notato che all’esterno del garage vi era parcheggiato un “Ape Piaggio” – di proprietà di uno dei due – sul quale erano già state caricate alcune ante in alluminio, appena prelevate dal garage. I due giovani sono stati quindi dichiarati in arresto e condotti presso le camere di sicurezza della Questura, in attesa della celebrazione del giudizio direttissimo presso il Tribunale di Torre Annunziata.