Negozio gestito da cinesi preso di mira dai rapinatori. Due banditi di Torre del Greco, poco dopo aver mandato a segno un colpo in un negozio di casalinghi gestito da cittadini di nazionalità cinese, sono stati acciuffati dagli uomini dell’Arma.

Infatti, i carabinieri della stazione capoluogo di torre del greco e della locale aliquota radiomobile, coordinati dal capitano Michele De Rosa, sono intervenuti in un negozio di casalinghi in via purgatorio, dove due malviventi, armati di coltello, avevano appena rapinato circa 100 euro alla titolare, una cittadina cinese Carabinieri-Auto27enne, puntandole l’arma bianca alla gola. Appena messo a segno il colpo, i due criminali si sono dati alla fuga a piedi. La loro fuga, però, è durata solo l’attimo in cui gli uomini in divisa, sopraggiunti prima nell’esercizio commerciale, si sono lanciati al loro inseguimento. Il primo a vedersi stringere le manetti ai polsi è stato Luigi Vannuccini, di 43 anni e domiciliato nel cuore antico della città del corallo, precisamente al vico Giardino Trotti. Il Vannuccini, già volto noto alle forze dell’ordine per precedenti penali, è stato trovato in possesso dell’arma usata per la rapina, la quale è stata immediamente sequestrata.

Subito dopo, nel corso delle conseguenti indagini, a cadere nelle mani degli uomini dell’arma dei carabinieri, grazie anche alle indicazioni date dalla titolare dell’esercizio commerciale rapinato, è stato identificato anche il complice di Luigi Vannuccini: si tratta di Salvatore Di Stasio, 35enne, residente in via XX settembre, anche egli con precedenti penali. Di Stasio è stato rintracciato nella sua abitazione, a pochi passi dal luogo del delitto, e, dopo un confronto, è stato subito dopo riconosciuto dalla vittima della rapina.
Gli arrestati sono stati subito trasferiti nella casa circondariale di Poggioreale.