Associazione forense “Enrico De Nicola” scrive a Manzo  
Quello che fino a poco tempo fa sembrava essere un retaggio, oggi è realtà tangibile: l’ufficio del Giudice di Pace di Torre de Greco rischia di chiudere i battenti. La causa: il Commissario Prefettizio Pasquale Manzo sta prendendo in considerazione l’ipotesi di revocare l’istanza di mantenimento all’ufficio sito in Viale Giustizia-TogheCristoforo Colombo a causa degli ingenti costi a carico del Comune; istanza che fu deliberata il 24 aprile 2013 dalla Giunta Malinconico. Ma l’associazione forense “Enrico De Nicola” non sta a guardare inerme e ha deciso di inviare una lettera al Commissario Prefettizio per dissuaderlo dalla sua decisione sostenendo che, si legge nella missiva, “appare del tutto inopportuno e non conforme al dettato normativo l’eventuale assunzione da parte della S.V. (facendo riferimento al Commissario Prefettizio) di una decisione in merito che pregiudicherebbe definitivamente la possibilità di mantenere l’Ufficio del Giudice di Pace – ultimo ed unico presidio della Giustizia sul territorio – a Torre del Greco”.

Alla chiusura degli uffici a Torre del Greco, infatti, ne seguirebbe il loro accorpamento con quelli di Torre Annunziata. A sostegno della sua tesi, l’Associazione, nella medesima missiva, fa riferimento alla delibera della Giunta Malinconico sostenendo che “tale delibera veniva assunta dopo che l’Ente (Comune) si era accertato delle necessarie coperture finanziarie e della necessaria sussistenza di tutti i presupposti giuridici richiesti dalla norma” e, sempre a detta dell’Associazione, “ad oggi tali presupposti appaiono superati né in alcun modo contraddetti da elementi obiettivi”. Tanto premesso la lettera, firmata dal Presidente dell’Associazione avv. Luisa Liguoro, si chiude così: “La invito formalmente a non emettere alcun atto e /o provvedimento in merito alla conservazione dell’Ufficio del Giudice di pace nel Comune di Torre del Greco”. A tal proposito è stato indetto un incontro giovedì 22 maggio alle ore 11,30 presso gli uffici di Viale Cristoforo Colombo, al quale sono stati invitati anche i candidati a sindaco, per continuare a discutere circa la questione.
Alessia Rivieccio

Articolo pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 21 maggio 2014