(a) Torre del Greco – E’ passato più di un anno dal cedimento della ringhiera sul litorale torrese. Infatti, si è in
attesa dell’inizio dei lavori per liberare quella parte di lungomare transennato, che è stato inaccessibile per tutto il 2009. Il presidente del comitato di quartiere della Litoranea, Giovanni Pinto, spiega: “Abbiamo stappato lo spumante il 6 novembre per il compimento del primo anno dalla caduta del marciapiede. Il Comitato di
quartiere è rammaricato per questa lunga attesa, ho contattato i dirigenti e mi hanno rassicurato che a breve inizieranno i lavori. Intanto- continua Pintosperiamo che non arrivi il maltempo, altrimenti i lavori subiranno
un ulteriore slittamento e si rischia, così, di arrivare in estate con gli stessi problemi”. La ricostruzione della parte iniziale della banchina, però, non è l’unico neo del lungomare torrese. A non esser stato ancora avviato c’è anche il progetto di riqualificazione dell’intero litorale. Il Sindaco, Ciro Borriello, rassicura dicendo: “A giorni, salvo imprevisti, inizieranno i lavori per la ricostruzione del muro. Sicuramente prima delle feste natalizie gli addetti ai lavori saranno già all’opera. Per quanto riguarda il progetto per il rilancio del litorale – continua il primo cittadino di Torre del Greco – si lavorerà per l’abbattimento di tutte le opere abusive e la riqualificazione dei lidi”.
Adesso, dopo l’ennesima promessa fatta per ridare decenza alla città, si attendono le mosse che dovrebbero liberare il nostro litorale dal degrado, il quale la fa da padrona in un paesaggio che in passato era chiamato “La perla del Golfo”.

Andrea Scala

Articolo pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 16 dicembre 2009

Articoli collegati: un viaggio tra i disagi
<a href=https://www.latorre1905.it/home/leggiNotizia.asp?ID=2764">- Il Buio della periferia torrese</a>