Ancora una rapina al Decò di via Nazionale. Infatti, è stato di nuovo preso di mira dai rapinatori il supermercato Decò, da poco inaugurato, che si trova ai confini con Torre Annunziata. Sono da poco passate le 13, quando due persone con il volto coperto da fazzoletti e armate di pistola sono piombate nel supermercato Decò di via Nazionale, poco distante dai confini della città di Torre Annunziata. I malviventi sotto la minaccia delle pistole si sono fatti consegnare quello che era presente nelle casse a quell’ora (svariate centinaia di euro): subito dopo sono saliti in sella ad un ciclomotore parcheggiato fuori al locale e a tutto gas sono scappati proseguendo per via Nazionale.

Subito dopo sono stati allertati gli uomini del Commissariato di Polizia di via Sedivola, guidati dal primo rapina-pistola-revolverdirigente Paolo Esposito, che giunti sul posto hanno visionato le immagini dei sistemi di videosorveglianza interni ai locali alla ricerca di qualche elemento utile alle indagini. Solo poco più di quindici giorni fa un’altra rapina aveva interessato un altro locale sempre della stessa catena di supermercati. In quella occasione, un poliziotto fuori servizio aveva intimato l’alt, ma i fuorilegge non si fermarono, e, così, l’agente sparò ferendo i due malviventi che a causa delle ferite riportate furono rintracciati grazie al referto medico fatto dal pronto soccorso della città oplontina. Il supermercato preso di mira quella volta fu quello situato in via Giovanni XXIII. E l’incasso prelevato dai due furfanti si aggirava su circa 2mila euro. Però, una volta fuori, i due malviventi si imbatterono in un agente di polizia fuori servizio, che, essendosi accorto di quello che stava succedendo, intimò loro l’alt con la pistola di ordinanza, cercando di fermarli. Ma i due banditi non si lasciarono intimidire e, allora volta, minacciarono l’agente con la propria arma. Ma il poliziotto fu più veloce e riuscì a sparare per prima, però i ladri riuscirono comunque a fuggire in sella ad uno scooter con la targa coperta.