giulio-olivieroErcolano – Potrebbero tenersi svolgersi domenica i funerali di  Giulio Oliviero il capitano del Rosinella, l’imbarcazione affondata sei mesi fa al largo di Gaeta. Il corpo dell’uomo è stato ritrovato impigliato nelle reti mentre effettuavano le operazioni per trasferire il Rosinella a Castellammare di Stabia. Le operazioni, per portare via dallo scafo il corpo del capitano sono durate oltre 8 ore per riportare alla luce il corpo Oliviero, rimasto incastrato in una botola in fondo alla stiva, usata per il deposito delle reti da pesca . La posizione e le condizioni del corpo hanno costretto la guardia costiera di Gaeta ad interpellare per l’esecuzione dell’intervento i vigili del fuoco. Su autorizzazione del sostituto procuratore Marina Marra, titolare dell’inchiesta, la squadra 5A di Gaeta ed il nucleo Nbcr di Latina sono penetrati all’interno tagliando alcune pareti, senza incidere comunque sulla parte strutturale dell’imbarcazione. La salma è stata poi trasportata presso l’obitorio di Formia, a disposizione dell’autorità giudiziaria, in mattinata è stato nominato del professionista destinato ad effettuare l’autopsia, probabilmente già nella giornata di oggi .