Vesuvio – Accordo firmato l’altra mattina presso la Procura della Repubblica di Torre Annunziata, alla presenza del Procuratore Alessandro Pennasilico, del Procuratore Aggiunto Pierpaolo Filippelli, del Presidente dell’Ente Parco Nazionale del Vesuvio Agostino Casillo, dei sindaci dei Comuni di Boscoreale, Boscotrecase, Trecase e Torre del Greco, e del Comandante del Reperto Carabinieri Parco Nazionale del Vesuvio per implementare il coordinamento tra le strutture tecnico-amministrative delle Amministrazioni coinvolte per rendere più efficace l’azione di contrasto all’abusivismo edilizio nel territorio del Parco Nazionale del Vesuvio, così come riportato da il mattino.

Previste anche forme di finanziamento da parte del Parco per le spese di eventuali abbattimenti di manufatti.  In poche parole il Parco anticipa i soldi ai comuni.

L’accordo fissa le priorità nell’individuazione degli abusi da colpire, chiarisce gli aspetti delle procedure amministrative da seguire in capo ai diversi enti e fissa le linee di finanziamento da cui attingere le risorse economiche necessarie per gli abbattimenti e il ripristino dello stato dei luoghi per quei manufatti edilizi abusivi ricadenti nel perimetro dell’area protetta e oggetto di sentenza penale di condanna passata in giudicato.

Si ritiene molto soddisfatto il presidente dell’Ente Parco del  Vesuvio, Agostino Casillo

Casillo è stato nominato due anni fa alla guida dell’Ente grazie alla sponsorizzazione di un altro Casillo, Mario, capogruppo in consiglio regionale del Pd. Agostino Casillo ha mosso i primi  passi in politica, candidandosi a sindaco di San Giuseppe Vesuviano nel 2012 con il Pd e la lista del collettivo “Voce Nueva”.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono