Trentatré anni di servizio alla caserma dei carabinieri di viale Campania, 24 dei quali trascorsi da comandante della stazione Capoluogo dell’Arma. Da ieri Nicola Olivetta è cittadino onorario di Torre del Greco. Il conferimento è giunto al termine di una cerimonia pubblica svoltasi nell’aula consiliare di palazzo Baronale alla presenza del sindaco, Ciro Borriello, di diversi assessori e dei vertici provinciali e locali dei carabinieri. Cittadinanza-Onoraria-OlivettaVisibilmente emozionato Olivetta, residente a Casalnuovo ma da sempre punto di riferimento dei torresi, ha voluto ringraziare le autorità per il riconoscimento: “Un sentito grazie – ha detto – va al commissario prefettizio Pasquale Manzo, al sindaco Borriello, agli assessori ma anche al comandante Michele De Rosa e a tutti i carabinieri presenti. Sono grato a tutti per questo riconoscimento, per me un’importante gratificazione all’attività svolta in tanti anni a Torre del Greco”. Nessun accenno alle tante operazioni alle quali ha partecipato, nessun ricordo di quanto fatto sul campo. Una sottolineatura che invece ha voluto fare Ciro Borriello: “Se io e tanti come me amiamo l’Arma, è perché tra i carabinieri ci sono tanti Nicola Olivetta”.

Al neocittadino onorario è stata consegnata una medaglia e una pergamena: su quest’ultima era riportata la motivazione che ha portato al conferimento della cittadinanza onoraria: “Il sindaco di Torre del Greco, in esecuzione della volontà del consiglio comunale, conferisce la cittadinanza onoraria a Nicola Olivetta per il personale apporto al miglioramento della qualità della vita e della convivenza sociale conseguente al generoso impegno nel suo ruolo di comandante della stazione dei carabinieri di Torre del Greco dal 1989 al 2013”.