(a) per gli abbonati o in edicola – Torre del Greco – E’ stato presentato il 29 maggio scorso, all’Hotel Holiday di Torre del Greco, “Mariuccia (hệ perduto ‘o scuorno)”, la prima e ben riuscita opera di Anna Martorano, eclettica insegnante torrese. Il libro, edito da Alfredo Guida, è un gradevolissimo prontuario di ricordi in cui antiche risposte appagano i dubbi e le incertezze dei giorni nostri. Il racconto rievoca l’immagine autobiografica di una nonna d’altri tempi, dimessa ed emancipata allo stesso tempo, che sapeva trasmettere valori ed insegnamenti universali attraverso l’uso di parole e detti antichi. Un’immersione nelle lontane radici della tradizione torrese, articolando un intero percorso di vita in brevi capitoli introdotti da antichi detti in vernacolo originale, ognuno dei quali riporta a tempi lontani e a sentimenti autentici. La lettura scorre veloce tra simpatici aneddoti , spaziando dal secondo dopoguerra agli anni settanta e raccogliendo un bagaglio di ricordi personali e di saggezza, destinati ad animare la creatività del lettore. "Il desiderio di divulgare un sapere personale, spesso dimenticato dalla nostra tradizione popolare ed ignoto ai più giovani – spiega l’autrice- con lo scopo di omaggiare una donna di grande esempio morale, cioè mia nonna. Ringrazio la compagnia di navigazione Dimaiolines che con il suo contributo ha permesso la realizzazione di questo libro". Al termine della presentazione, ad allietare il nutrito pubblico, un concerto di brani tratti dalla tradizione operistica e napoletana classica.

Gabriella Reccia

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea de La Torre 1905 in edicola il 10 giugno 2009




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono