Da giovedì 14  a sabato 16 febbraio, presso il Santuario Maria SS. del Buon Consiglio, a Torre del Greco si svolgeranno le celebrazioni per la “Peregrinatio  Reliquiario” della Madonna delle Lacrime di Siracusa.

Si racconta che nell’agosto del 1953 avvenne una miracolosa  lacrimazione della Vergine,  da un quadro di gesso in casa di due giovani coniugi, Angelo Iannuso e Antonina Lucia Giusti, residenti in Via degli orti di S. Giorgio a Siracusa. La signora Antonina,  in attesa del primo bambino, durante la gravidanza ebbe problemi di abbassamento della vista; addirittura il 29 agosto,  verso le 3 di notte,  la giovane donna piombò nell’oscurità assoluta. Ma,  incredibilmente, il mattino successivo la vista tornò come prima e vide grosse lacrime scendere sul viso della Madonnina rappresentata in un quadro appeso in stanza. Da quel momento la casa dei coniugi Iannuso divenne meta di pellegrinaggio e la statuetta fu scrupolosamente esaminata da una commissione di esperti,  presieduta da un ateo. Il quadretto con la Vergine fu spostato sull’altare della cripta dell’erigendo Santuario ( imponente nella struttura e alto circa 103 metri,  opera degli architetti francesi Andrault e Parat), che venne consacrato da San Giovanni Paolo II il 6 novembre 1994. In quell’occasione il Papa disse :  “Le lacrime della Madonna appartengono all’ordine dei segni: esse testimoniano la presenza della Madre nella Chiesa e nel mondo. Piange una madre quando vede i suoi figli minacciati da qualche male, spirituale o fisico”.

Le lacrime miracolose sono state raccolte in un prezioso reliquiario, opera del professore Biagio Poidimani di Siracusa , ed hanno raggiunto gli angoli più remoti del pianeta in “Peregrinatio”.  Ma la straordinarietà dell’evento risiede anche nel fatto che, nel 1953,  la commissione scientifica incaricata di indagare sul fenomeno, una volta sul luogo, divenne testimone oculare della lacrimazione. Alcuni presenti riuscirono ad assorbire con del cotone qualche lacrima, ma i chimici con la loro provetta, riuscirono ugualmente a raccoglierne circa un centimetro cubo. In seguito le analisi confermarono si trattasse di un liquido perfettamente identico al secreto lacrimale umano.

Il Santuario del Buon Consiglio accoglierà il Reliquiario giovedì 14 febbraio alle ore 17.00 e lo custodirà fino a sabato 16 febbraio , giorno in cui, alle ore 18.00, verrà celebrata una Solenne Celebrazione Eucaristica  con la benedizione di  Mons. Lucio Lemmo, Vescovo Ausiliare di  Napoli.

Marika Galloro




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono