I comitati di quartiere denunciano il degrado

(a) per gli abbonati o in  edicola – La periferia torrese appare come un agglomerato di palazzi costruiti senza strutture pubbliche, con strade abbandonate al degrado, luoghi insicuri e spazi inutilizzati. L’assenza di una pianificazione strategica tra il centro e l’hinterland torrese ha provocato delle fratture alla nostra città, soprattutto dal punto di vista sociale.
Le amministrazioni che negli anni si sono avvicendate hanno fatto finta di non vedere. Finalmente i cittadini si sono resi conto di tutto ciò; così durante un incontro con il sindaco, preliminare allo scorso consiglio comunale, i rappresentanti dei comitati di quartiere hanno denunciato parte delle problematiche anzidette. “Non abbiamo un efficiente servizio trasporti – afferma Vincenzo Russo, vice – presidente del Comitato di quartiere Cappella Nuova – Nelle strade secondarie non ci sono i punti di raccolta dei rifiuti per cui siamo costretti a portarli in piazza”. “Sono al governo da poco più di un anno e mezzo – risponde loro il sindaco – Ci perfezioneremo con il passar del tempo”.
Speriamo in un cambiamento che contrapponga la politica delle promesse con la politica del lavoro, dell’impegno, del fare.

Maria Consiglia Izzo

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea de La Torre 1905 in edicola il 15 aprile 2009