Elezioni al Consiglio dell’Ordine degli avvocati di Torre Annunziata

E’ stata schiacciante la vittoria dell’avvocato Gennaro Torrese alle elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine di Torre Annunziata sullo schieramento del segretario uscente, avvocato Antonio Pannullo. La lista denominata “Avvocatura Indipendente”, con a capo il civilista di Torre del Greco, nella prima tornata elettorale ha ipotecato la maggioranza dei seggi consiliari piazzando 13 dei suoi candidati su 15 posti disponibili e riuscendo a passare il primo turno.
L’avvocato civilista di Torre del Greco, da oltre 10 anni alla guida dell’organo di autogoverno dell’Avvocatura oplontina, ha incassato un importante risultato, dimostrazione che da quando è in carica ha ben lavorato per la categoria.
Sono state delle elezioni forensi molto sentite, sono andati a votare 1554 avvocati. Ma non sono mancate le polemiche: fino al 23 dicembre il segretario uscente Avv. Pannullo (di Castellammare di Stabia) era tra i firmatari insieme ai consiglieri Bonagura e Cirillo (di Torre Annunziata) della lista del presidente uscente poi, improvvisamente e senza alcuna motivazione, il 27 dicembre inviava via internet un comunicato stampa col quale annunciava la presentazione di una sua lista che poi si è rivelata non avere alcun progetto alternativo per gli avvocati, che stanno tra l’altro affrontando un non facile periodo viste le prossime iniziative del governo nazionale in favore della eventuale liberalizzazione della professione forense e alla eliminazione dei Consigli dell’Ordine.
Per l’ufficialità della nomina l’avvocato Torrese dovrà aspettare l’esito del ballottaggio del 26, 27 e 28 gennaio che lo vedrà impegnato a portare in consiglio tutti gli altri candidati della propria lista. “Voglio ringraziare tutti colleghi che hanno creduto nel programma della lista “Avvocatura Indipendente”- queste le prime parole del civilista Torrese-. In un momento così delicato per la nostra nobile ed antica professione che la vede al centro di ingiusti ed iniqui provvedimenti da parte del governo centrale l’avvocatura oplontina ha premiato la continuità, lo spirito di sacrificio e la capacità di saper rappresentare in tutte le sedi istituzionali le istanze della categoria. Un particolare ringraziamento va a tutti gli avvocati di Torre del Greco, che ancora una volta hanno scelto la coerenza, la coesione e l’unità di intenti.“Avvocatura Indipendente” – conclude l’avvocato – è un progetto vincente supportato da una fantastica squadra di amici e colleghi che hanno avuto fiducia nella continuità del “fare bene per tutti”.

Mariella Ottieri

 
Articolo pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 25 gennaio 2012