Giocatori-Esultano-Procida-TurrisVince la Turris, torna a vincere (dopo tre giornate di digiuno) la Sessana. I corallini espugnano il difficile campo di Procida con un gol di Grezio, i casertani quello del Gladiator con un gol del solito Dino Fava. Tutto invariato, dunque, in vetta: Turris e Sessana restano prime a quarantadue punti. La sola novità di giornata, forse, è rappresentata dal distacco che le due battistrada hanno incrementato sulle inseguitrici: ben nove i punti di vantaggio sia sull’Ercolano (battuto clamorosamente in casa dal fanalino di coda Puteolana) sia sul Volla (fermato sul pari dallo Stasia). Addirittura diciotto, invece, i punti da Portici e San Marco Trotti. Un chiaro segnale che la sfida promozione si è ormai ridotta al duello tra Turris e Sessana. Nella trasferta isolana, Santosuosso ritorna al 4-4-2 (questa volta Iuliano parte dalla panchina): l’avvio della Turris è ottimo, senza timori, e al 9’ Grezio intercetta una punizione errata, si invola a tu per tu con Bardet e lo batte con un tiro angolato. Turris in vantaggio e gara in discesa. La reazione del Procida è sterile ed anzi è la Turris a rendersi ancora pericolosissima (al 22’) con Somma il cui tiro viene deviato in angolo da Bardet. Qualche intervento di ordinaria amministrazione, invece, per il portiere corallino Apuzzo. I corallini potrebbero raddoppiare con Grezio, allo scadere del primo tempo, ma questa volta è la traversa a negare la gioia della doppietta all’attaccante corallino. Il copione non cambia neanche nel secondo tempo, con il Procida pericoloso sostanzialmente in una sola occasione con Costagliola (al 12’) e Turris che gestisce il vantaggio andando vicinissima al raddoppio con Manzo. I corallini, però, non chiudono la partita e allora qualche brivido lo genera allo scadere la punizione di D’Auria che però termina a lato. Finisce così, con una vittoria di misura che vale tanto per classifica e morale. “Vincere e meritare di vincere su questo campo e contro una squadra tosta – ha commentato il tecnico Santosuosso a fine gara – è un grandissimo risultato. Sono partite in cui è fondamentale avere attenzione, cattiveria sportiva, determinazione e la Turris ha avuto tutto questo, altrimenti non avremmo vinto”. “Certo, potevamo chiuderla – continua il tecnico- perché tenere queste partite in bilico è pericoloso, vedi il pari con il Quarto. Ma è stata anche la vittoria del sacrificio perché De Carlo e Imparato hanno stretto i denti nonostante non fossero al meglio e Gallo e Apparenza si sono ben disimpegnati in ruoli non propri”. Domenica pomeriggio (14.30) sfida casalinga con il Casagiove: la Turris dovrà fare prima il proprio dovere, senza distrazioni, al “Liguori”. Poi si penserà al risultato della Sessana.
Andrea Liguoro

ECCELLENZA GIRONE A – RISULTATI 17° GIORNATA
PORTICI – FORIO 1-3
GLADIATOR – SESSANA 0-1
CASAGIOVE – CAMPANIA 0-1 PROCIDA – TURRIS 0-1
ERCOLANO – PUTEOLANA 1909 0-1
SAN MARCO TROTTI – QUARTO 2-2
SIBILLA – SAN GIORGIO 1-0
VOLLA – STASIA 1-1

LA CLASSIFICA
TURRIS 42
SESSANA 42
ERCOLANO 33
VOLLA 33
PORTICI 24
SAN MARCO 24
GLADIATOR 21
STASIA 21
CAMPANIA* 21
PROCIDA 20
FORIO 19
SIBILLA* 19
CASAGIOVE 16
SAN GIORGIO 13
PUTEOLANA 13
QUARTO 12
*una gara in meno