Dormire bene è importante e, anche se, ogni persona ha soggettive esigenze di sonno, in media un adulto ha bisogno di 7-8 ore di riposo per affrontare con grinta la giornata. Purtroppo riuscire a dormire sette ore di fila è davvero difficile per chi soffre di insonnia: risvegli improvvisi, apnea notturna, difficoltà ad addormentarsi possono farci sentire stanchi e senza energia al mattino.

Ad alterare l’equilibrio sonno-veglia può essere senza dubbio lo stress soprattutto se stiamo vivendo un periodo particolarmente teso ma non va sottovalutato che il sonno è influenzato anche da ciò che abbiamo mangiato a cena. Il primo consiglio è di cenare possibilmente almeno un paio di ore prima di andare a dormire. Quali alimenti evitare?
Alimenti piccanti o eccessivamente salati: facciamo attenzione soprattutto al glutammato monosodico, esaltatore di sapidità molto comune.

Alimenti troppo ricchi di zuccheri e grassi: rallentano la digestione. Per chi fa fatica ad addormentarsi, anche la carne rossa potrebbe risultare eccessivamente pesante. Da preferire carne bianca e pesce non grasso (da evitare il salmone).
Verdure crude: puntiamo sulla cottura a vapore che ammorbidisce la fibra e la rende più digeribile.
Quali alimenti preferire? Quelli ricchi di magnesio, che aiutano a rilassare la muscolatura come le banane o le mandorle. Via libera anche agli alimenti che stimolano la serotonina, ormone del buonumore. Un esempio? Un bel piatto di pasta integrale (ovviamente ben bilanciato con gli altri alimenti della giornata) condito in modo semplice, può essere un vero toccasana per il nostro riposo.

Dottoressa Elisabetta Casciello Biologa Nutrizionista
Cell: 3713549027
Facebook: Biologa Nutrizionista Dott.ssa Elisabetta Casciello
Instagram: una.nutrizionista.ai.fornelli