La sindrome del colon irritabile è un disturbo che si manifesta più frequentemente nelle donne in età compresa tra i 25 e i 30 anni. I principali sintomi sono crampi e gonfiore addominale, meteorismo, sensazione di costipazione, muco nelle feci e alvo irregolare (diarrea/stipsi) che peggiora nelle situazioni di forte tensione emotiva o stress. Infatti, pur essendoci ancora molti dubbi circa le cause di tale disturbo, sembrerebbe molto attendibile la comunicazione tra cervello ed intestino.

A quali alimenti è opportuno fare attenzione in questo caso?
Ricordo, prima di tutto che la risposta a determinati alimenti è molto soggettiva, andrebbe, pertanto valutata da persona a persona. In linea generale gli alimenti da eliminare o limitare sono:

• Alcolici e superalcolici
• Bibite gassate
• Cacao e cioccolato
• Caffè, tè e bevande contenenti caffeina (da valutare il caffè decaffeinato e il tè deteinato)
• Carni grasse
• Curry, noce moscata, pepe, peperoncino
• Formaggi fermentati e grassi
• Fritture
• Cavolfiori, broccoli, cipolla, legumi
• Frutta (consigliato un consumo moderato, soprattutto degli agrumi)
• Latte e latticini
• Cereali integrali
• Uova

Tra gli alimenti ben tollerati ricordiamo:
• Avena, orzo
• Carni bianche o rosse magre
• Formaggi a pasta cotta
• Pesci magri
• Prosciutto sgrassato (sia crudo che cotto)
• Verdura: carote, finocchi, zucca, zucchine
• Patate
• Yogurt
Consigliata integrazione con probiotici e omega-3.

Dottoressa Elisabetta Casciello Biologa Nutrizionista
Cell: 3713549027
Facebook: Biologa Nutrizionista Dott.ssa Elisabetta Casciello
Instagram: una.nutrizionista.ai.fornelli