Dieci regole preventive al voto

(a) per gli abbonati o in edicola – Torre del Greco – Si avvicinano le elezioni, un’occasione per esprimere dei pareri in merito, orientare, nei limiti della correttezza professionale, la comunità. Vi proponiamo quindi un decalogo “leggero”, ma non troppo, sperando vi sia di qualche utilità.
1. La politica non è una cosa sporca. Chi lo afferma, è uno sporcaccione, e sta cercando di fare qualcosa di molto sporco a te.
2. Con le elezioni si decide come spendere i tuoi soldi delle tasse, come sarai curato se stai male, come saranno le scuole e le università che frequenti o frequentano i tuoi figli, in base a quali leggi sarai giudicato o saranno difesi i tuoi interessi. Non è un buon motivo per partecipare?
3. Le elezioni sono un rito sociale, con il quale si rafforzano i legami identitari, chi non vi partecipa sistematicamente somiglia tanto ad un reprobo, un rinnegato, un escluso.
4. Non esistono voti più utili di altri. Quando è espresso in coscienza, il voto è sempre utile. A giudicare l’utilità reale di un voto sarà poi la Storia.
5. Ciononostante, cerca di evitare i partiti troppo piccoli, specie – come accade nelle amministrative – se non sono collegati ad un progetto nazionale, e sono quindi frutto di deprecabili e deleteri personalismi.
6. Cerca di informarti bene prima di orientare le tue scelte, cerca di conoscere la storia personale dei candidati ed i programmi dei partiti.
7. Nell’informarti, cerca di privilegiare – se lo sai usare e conoscere – Internet, che è il mezzo attualmente più libero, e l’informazione locale, dove questa si presenta pluralistica ed articolata.
8. Quando è proprio necessario, butta a mare anche le appartenenze personali e familiari.
9. Ricordati che la Lega Nord si chiama appunto LEGA NORD, e qui siamo al SUD.
10. Questo decalogo è destinato soprattutto a chi si avvicina per le prime volte al voto (in genere giovani, ma non è detto). Se lo avrai letto anche se sei più avanti negli anni, o politicamente navigato, è segno che non dice cose del tutto campate in aria…

Giuseppe Della Monica

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea de La Torre 1905 in edicola il 27 maggio 2009