A Villa Fernandes un’assenza pesante alla manifestazione anticamorra organizzata dal presidente di Libera Portici Leandro Limoccia. Si tratta del sindaco Vincenzo Cuomo che ha “preferito” non presenziare all’evento a cui hanno partecipato il Presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico, il Sottosegretario al ministero dell’Interno Carlo Sibilia, il senatore del Movimento 5 Stelle Sergio Puglia, i consiglieri comunali del Centrosinistra e i cittadini. Le cariche dello Stato lo scorso 15 ottobre hanno, infatti, incontrato i volontari di Libera per dare un segnale importante alla città di Portici: le istituzioni sono presenti nella quotidiana lotta alla camorra. Tuttavia, il sindaco ha preferito non presenziare, come ricordano in maniera congiunta i consiglieri comunale del Centrosinistra e del Movimento 5 Stelle, tra cui Alessandro Caramiello, Mauro Mazzone, Aldo Agnello, l’ex sindaco Leopoldo Spedaliere, Aniello Pignalosa, Salvatore Iacomino, Aniello Pignalosa, Franco Santomartino, Raffaele Cuorvo e Rosario Frosina.

“E’ desolante quanto accaduto lo scorso venerdì 15 ottobre a villa Fernandes – rimarcano in maniera congiunta le forze politiche di Centrosinistra – il sindaco di Portici, Vincenzo Cuomo, ha scelto di non presenziare in maniera istituzionale a un evento organizzato dal collegamento di Libera Portici, al quale hanno partecipato il presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, il sottosegretario al ministero all’Interno Carlo Sibilia con l’obiettivo di dare un messaggio forte alla città: la camorra va combattuta, i presidi di legalità valorizzati e gli imprenditori tutelati.

Abbiamo letto su organi di stampa che il sindaco ha dichiarato di essere stato allertato dalla questura relativamente all’evento, il luogo e lo scopo, nonché della presenza del presidente Fico, ma ha scelto comunque di non presenziare – dicono -. Noi abbiamo ritenuto indispensabile rimarcare il nostro impegno contro la camorra. Mentre il sindaco ha preferito motivare la sua assenza ribadendo di non essere disposto a una coalizione con il Movimento 5 Stelle, dimenticando però, che l’evento, in ogni caso, aveva come obiettivo principale quello di mettere un nuovo mattone sul muro che intendiamo alzare contro la malavita organizzata”.