A Torre del Greco l’unico torrese a seguire il partito “speculare” al Pd, il Dp, sembra essere il parlamentare Arturo Scotto. Infatti, mentre a livello nazionale il Pd si è scisso, a livello locale il partito di Renzi non è mai stato così coeso. Anche i due più vicini alle idee bersaniane e al suo DP, Lorenzo Porzio e Loredana Raia non sembrano interessati a fare il salto a sinistra.

Se queste sono le novità del centrosinistra per la conclusione di questa legislatura, vediamo quali sono le ultime notizie dell’altra sponda, il centrodestra.

Ecco il piano segreto (di pulcinella) di Ciro Borriello per vincere le prossime elezioni parlamentari: una doppia candidatura alla Camera. Lui per la quota maschile e Romina Stilo per la quota rosa. Già nel prossimo Consiglio comunale ci dovrebbe essere l’ufficializzazione del passaggio del primo cittadino con la Lega di Salvini (per essere precisi con il movimento Noi con Salvini) grazie alla mediazione dell’ex vice sindaco Donato Capone (delfino torrese di Matteo Salvini). In allarme Forza Italia, che così perderebbe il sindaco della quarta città della Campania, ma non solo. Infatti, è stato chiesto a tutta la giunta e ai consiglieri di maggioranza di passare sotto l’effige di Alberto da Giussano, ma oltre alla fedelissima Romina Stilo e al consigliere comunale Felice Gaglione e all’assessore Domenico Balzano, entrambi caponiani doc, gli altri, per il momento, sembrano nicchiare la proposta del primo cittadino. Stiamo a vedere…