Napoli – Ospedali Covid, Taglialatela (Campo Sud): “con De Luca il manager ASL più indagato di Italia”

“Il Governo regionale a guida Vincenzo De Luca si è caratterizzato, tra le altre cose, per l’avere in carica il manager ASL più indagato di Italia”.
È quanto dichiarato dal Presidente della associazione Campo Sud on. Marcello Taglialatela durante la conferenza stampa convocata stamane a margine della inchiesta della Procura di Napoli sugli “ospedali covid”.

“Diffuse le irregolarità nell’Asl Napoli 1 emerse in queste ore dalle indagini portate avanti dalla Procura di Napoli”, ha incalzato Taglialatela.
“Indagini scaturite anche grazie a ben 9 esposti presentati da due anni a questa parte dalla nostra associazione”.

“Tra gli indagati nell’inchiesta ospedali  Covid compare anche il nome dell’arch. Antonio Bruno, da sempre sodale dell’ing. Verdoliva.
Lo stesso Verdoliva in violazione delle norme e delle leggi ha conferito allo stesso arch. Bruno incarichi dirigenziali senza mai indire un regolare avviso pubblico.
Tale situazione di illegittimità si protrae da oltre 3 anni e solo di recente, nel tentativo di sanare tali illegalità, la ASL NA1 ha pubblicato un concorso pubblico per la carica di dirigente tecnico il cui esito, nelle intenzioni di Verdoliva, dovrebbe premiare il suo sodale arch. Antonio Bruno. Il concorso si svolgerà il prossimo 24 maggio”, ha concluso il Presidente di Campo Sud.