Riqualificazione urbana delle arterie rientranti nell’area compresa tra via Salvator Noto, via Beato Vincenzo Romano, corso Umberto I e via Piscopia; maggiore controllo da parte delle forze dell’ordine; incentivi per le Palazzo-Baronale-Torre-del-Greconuove imprese; realizzazione di un teatro comunale attraverso il recupero di una sala chiusa da tempo. Sono le idee avanzate dal sindaco Ciro Borriello ieri sera, martedì 2 febbraio, nel corso di un nuovo incontro con gli imprenditori interessati al “Borgo del corallo e del cammeo”, l’idea proposta dall’amministrazione comunale per adire a specifici fondi europei.
All’incontro hanno partecipato tra gli altri referenti di Assocoral, Cameo Art, Ascom e del liceo artistico Degni. Un incontro utile a riannodare i fili del discorso avviato alcune settimane fa con una prima manifestazione pubblica svoltasi nell’aula consiliare di palazzo Baranale, nel corso della quale erano state illustrate le linee-guida dell’amministrazione su un progetto che intende puntare a rivalutare un’ampia fetta di territorio, puntando sulla valorizzazione delle imprese che operano nel campo dell’oro rosso.
“Quello che adesso chiediamo agli imprenditori e agli operatori di settore – ha specificato il sindaco Ciro Borriello – è di farci capire se credono in questa iniziativa, se c’è insomma interesse a sostenere il lavoro da noi intrapreso. Solo con il supporto convinto dei diretti interessati, si potranno avere concrete chance di ottenere gli auspicati finanziamenti, utili a rendere concreta l’idea-progetto”.
Il primo cittadino ha anche annunciato che “nei prossimi giorni formalizzerò una richiesta di incontro con il vicepresidente della giunta regionale Bonavitacola, per discutere con lui delle problematiche di natura urbanistiche che interessano Torre del Greco e che occorre risolvere per il bene della città e anche per la buona riuscita di questo progetto”.