Torre del Greco – Attacco della Lega a Raia: con lei persi 6 posti di terapia intensiva.

Di seguito il comunicato stampa che abbiamo ricevuto:

Ancora casi di positività da Covid-19 all’ospedale Maresca ancora una volta non si capisce il perché non venga predisposto un percorso separato che non obblighi, ogni qualvolta, a chiudere il Pronto soccorso, togliendo, cosi, anche se per poche ore, il diritto alla Salute a migliaia di cittadini torresi.

Poi, leggiamo che, il consigliere regionale del PD, Loredana Raia, si sta autocelebrando con toni trionfalistici sulla questione Maresca. Ma la verità è un’altra. Nel decreto regionale di dicembre 2019 erano previsti 8 posti di terapia intensiva. Oggi, con Loredana Raia che siede in Consiglio regionale, registriamo solo 2 posti di terapia intensiva e 6 di sub intensiva.

Quindi, se la matematica non è una opinione, abbiamo 6 posti in meno, rispetto a quelli che erano stati programmati.

Dal 1995 ad oggi, Loredana Raia, è stata più volte consigliere comunale, presidente del gruppo consiliare, membro dell’assemblea provinciale, della segreteria regionale e dell’assemblea nazionale del PD Cosa ha fatto Loredana Raia in questi anni per l’ospedale Maresca?

Cosa ha fatto quando, l’allora governatore della Campania, Bassolino (PD) nel 2008 ha, difatti, predisposto il depotenziamento dell’ospedale Maresca?

Cosa ha fatto a gennaio di quest’anno, quando l’Asl Napoli 3 Sud, con il govematore De Luca (PD), ha fissato il declassamento del nostro ospedale a mero polo ambulatoriale, con un taglio netto degli interventi d’urgenza e d’emergenza?

Cosa ha fatto Loredana Raia quando, a discapito dell’ospedale di Torre del Greco, si è scelto di potenziare a presidio ospedaliero il vicino nosocomio di Boscotrecase, feudo elettorale del suo sponsor politico Casillo (PD)?