Manifesto-contro-Sindaco-consiglieri_sensounico_2016Sono tanti i commercianti della zona Sant’Antonio che continuano la lotta contro i sensi unici imposti, ad alcune arterie importanti della città, dal Sindaco Ciro Borriello.
Gli esercenti, nonché i cittadini, hanno chiesto più volte all’Amministrazione Comunale di capire e sapere quali siano gli studi o i dati statistici che hanno portato all’applicazione del nuovo dispositivo del traffico.
Il Primo Cittadino, oltre a non aver fornito i dati, si è preso beffa dei cittadini affermando nell’ultimo consiglio comunale che: “il nuovo dispositivo traffico funziona, ho chiesto ad automobilisti, camionisti, pulmini abusivi e non”.
I commercianti delle zone interessate hanno fatto chiaramente capire, senza troppi giri di parole, che non vogliono il senso unico in quella strada perché danneggia fortemente le loro attività commerciali e, soprattutto, di certo non possono, né vogliono, accettare che il polso della situazione o i benefici del nuovo dispositivo del traffico venga “dettato” dai conducenti di “pulmini abusivi” o da persone che non vivono in zona.
Stanchi di battibeccare, i cittadini dei rioni interessati sono passati dalle parole ai fatti e, l’altro giorno, sono stati affissi per le città di Torre del Greco i primi manifesti contro l’Amministrazione Borriello e la sua maggioranza sui quali vi è scritto:
“Il voto è l’unico strumento democratico nelle mani dei cittadini
Ciro Borriello, Annalaura Guarino, Vittorio De Carlo, Gabriele Capuani, Pasquale Brancaccio, Ciro Guida, Luigi Caldarola, Cinzia Mirabella, Stefano Abilitato, Maria Palomba, Francesco Cuciniello, Felice Gaglione, Antonio Trieste, Ottavio Bello – nonchè gli assenti – Ciro Piccirillo e Carmine Gentile, oltre agli Assessori Luigi Mele, Salvatore Quirino, Anita Di Donna, Romina Stilo, Antonio Spierto e Donato Capone.
Alle prossime elezioni, in qualsiasi partito vi presenterete NOI NON VI VOTEREMO!!!
Firmato i cittadini ed i commercianti di Via Nazionale, Via Purgatorio, P.zza Luigi Palomba, Viale Campania e Via Gramsci”.
Si prevedono, quindi, tempi duri per il sindaco Borriello e tutti i consiglieri di maggioranza che continuano a scherzare col “voto”.
Antonio Civitillo