Salerno – M5S, Petrosino: “Lettera all’Istituto A.C.P di Salerno chiedendo di approfittare dei Superbonus per ristrutturare e rilanciare l’Edilizia Pubblica Residenziale nella provincia di Salerno”

 

La candidata al Consiglio regionale del Movimento 5 stelle Alessandra Petrosino: “Nelle prossime settimane farò dei sopralluoghi negli alloggi popolari dell’Agro Sarnese”

 

“Ho personalmente chiesto all’Istituto Autonomo Case Popolari di Salerno di mettere in campo tutti gli sforzi possibili per consentire la ristrutturazione edilizia a costo zero, prevista grazie ai bonus fiscali del 110% previsti nel Decreto Rilancio. Abbiamo la possibilità di garantire la riqualificazione energetica degli edifici con l’Ecobonus e il recupero del patrimonio edilizio con la riduzione del rischio sismico, attraverso il Sismabonus. E’ un’occasione d’oro che non possiamo farci sfuggire praticamente senza costi per la Regione, lo Stato e anche per gli istituti autonomi delle Case Popolari della Campania – dichiara AlessandraPetrosino – In questi giorni, metteremo in campo un’azione di monitoraggio e analisi su quelli che sono le condizioni degli alloggi di edilizia residenziale pubblica nel nostro territorio. Una sorta di tour, in particolare, nell’Agro Sarnese Nocerino, ma più in generale in tutta la provincia di Salerno: vogliamo che le persone ci mostrino i disagi che si vivono quotidianamente negli alloggi popolari. D’altro canto, incentiveremo l’Iacp a procedere con interventi grazie ai Superbonus per cambiare questa condizione a dir poco vergognosa”.

 

Petrosino poi prosegue: “L’edilizia residenziale pubblica deve essere la leva di sviluppo di un territorio, inteso come bene comune, e pronta risposta al fabbisogno abitativo non solo alle fasce deboli ma anche per le giovani coppie, famiglie monoparentali o a chi ha un reddito tale da non consentire di accedere a un’abitazione a prezzo di mercato. Oggi grazie al nostro Governo la Regione Campania può riqualificare 70 mila alloggi pubblici avvalendosi degli incentivi fiscali con interventi di efficientamento energetico (Ecobonus 110%), riduzione del rischio sismico (Sisma Bonus) e per l’installazione di impianti solari fotovoltaici connessi alla rete elettrica (Bonus Fotovoltaico). E’ un’occasione che non dobbiamo lasciarci scappare” conclude Petrosino.