Nuova Isola ecologica di via Tironi, il consigliere Pd Porzio: “giunta Borriello arrogante”. Dopo che, nella giornata dell’altro ieri, è entrata in funzione la nuova isola ecologica di via Tironi, non sono mancate le polemiche, soprattutto dal consigliere comunale del Pd, Lorenzo Porzio.
“Incurante della vicenda e di una mia mozione, presentata nel novembre 2014, – esordisce il consigliere del Pineta-Rifiuti-via-Tironi-2014partito di Renzi – l’amministrazione Borriello ha continuato i lavori nella pinetina “De Nicola”. Nel mentre, risultava essere a servizio dei mezzi del Corpo di Polizia di Guardia Forestale ed, ora, invece, è adibita anche ad “Isola Ecologica”. Ma non finisce qui, Lorenzo Porzio rilancia: “Nella mozione da me presentata e che, ad oggi, per vari motivi, non è stata ancora discussa in consiglio comunale chiedevo di verificare la legittimità della destinazione in uso della dell’area”. “Voglio ricordare – chiosa Porzio – che chiaramente, in un filmato storico della RAI, si evince la volontà dell’ex presidente della Repubblica Enrico De Nicola, cioè: che l’utilizzo della pineta fosse destinata ad uso dei bambini ed ai giovani di Torre del Greco. La giunta Borriello, invece, continua a chiamare questi punti di raccolta impropriamente “isole ecologiche” e, come sempre, si mostra arrogante e poco sensibile alle problematiche sollevate dai cittadini”, conclude il consigliere comunale del Pd, Lorenzo Porzio.
Di parere opposto, invece, il senso del comunicato diramato nei giorni scorsi dal Comune parla di un “centro di raccolta, dopo avere ricevuto tutti i pareri relativi agli aspetti paesaggistici e sanitari dagli organismi competenti, sarà a disposizione in particolar modo dell’utenza della parte alta della città, finora servita in maniera non adeguata rispetto ad altre zone di Torre del Greco”.
“Con questa apertura – affermava nella nota l’Assessore ai Rifiuti, Salvatore Quirino – si aggiunge un altro tassello importante al completamento dell’ampio e articolato piano legato alla raccolta differenziata. Questo nuovo centro di raccolta porterà a un aumento della percentuale di recupero degli scarti da avviare a riutilizzo, aspetto che avrà ricadute positive sia sulla tassa, sia sulla pulizia delle strade servite dalla stessa isola ecologica”.
Ricordiamo ai nostri lettori che sull’argomento “isole ecologiche” Borriello ed il suo entourage sono stati sbugiardati più volte. A tal proposito, qualche settimana fa è stata smantellata l’”isola ecologica” delle cento fontane e l’isola ecologica di via Cimaglia è risultata essere non a norma, di conseguenza sono stati posti sotto sequestro la griglia di scolo ed il pozzetto. Il sequestro è stato effettuato dalla Polizia provinciale, sezione ambientale, su mandato della Procura di Torre Annunziata, a seguito di una denuncia arrivata in quegli uffici.
La Torre scrive da tempo sull’argomento e ne denuncia le irregolarità ma il Sindaco Ciro Borriello non ha mai risposto ai nostri quesiti facendo sempre orecchie da mercante.
Inoltre, il Primo cittadino ed il suo entourage hanno sempre asserito che le “isole Ecologiche” sono regolari: ma sono stati sbugiardati dai fatti. Non si può parlare di vere isole ecologiche, ma di punti di raccolta, con tutta probabilità, non a norma.