Caso eventi natalizi, convocata la commissione Trasparenza. A seguito di numerose protesta a mezzo lettera sulle modalità di selezione delle associazioni indirizzata rie di contributi dal Comune per organizzare Palazzo-Baronale-Torre-del-Grecoavvenimenti natalizi in città, il presidente della quinta commissione Trasparenza, Domenico Maida, ha convocato una riunione per domani 16 gennaio per fare piena luce sulla vicenda. “Convocazione urgente della 5^ Commissione Consiliare Permanente “Trasparenza”, da me presieduta – scrive Maida -, per chiarimenti in merito alla Deliberazione di Giunta Comunale n°360 del 03/12/2014, con la quale si è approvato il programma di iniziative culturali, artistiche e spettacolari in occasione del Natale 2014, e alla Deliberazione di Giunta Comunale n°418 del 18/12/2014, con la quale si è approvata un’integrazione, sulla scorta di una nota del competente Assessorato alla Cultura (Prot. N°70516 del 10/12/2014) che esprime la volontà di arricchire il programma delle iniziative natalizie individuando ulteriori progettualità, e ai relativi provvedimenti consequenziali adottati e da adottare”. L’ ultimo in termini di tempo a chiedere spiegazioni in merito è stato il direttore artistico del “Divino Jazz Festival”, che ha scritto all’assessore agli Eventi, Alessandra Tabernacolo: “Si chiede di conoscere le motivazioni che hanno portato al non inserimento in nessun elenco allegato alla delibera della proposta presentata da codesta Società con protocollo del 30 ottobre 2014 e con oggetto “ Divino Jazz Festiva XI edizione “” .
“Si fa presente – continuava – che nessuna commissione è stata nominata dal Comune per la selezione delle proposte né tantomeno l’avviso pubblico prevedeva questa procedura e che negli allegati alla delibera di cui all’oggetto sono inserite numerose proposte non attinenti al tema del Natale”.
“Inoltre – concludeva la lettera -, si chiede di chiarire se gli adempimenti adottati dal Comune con l’affidamento degli incarichi ad associazioni non iscritte all’albo comunale e a quelle le cui istanze sono pervenute oltre il termine previsto dall’avviso pubblico con scadenza 30 ottobre 2014, in mancanza di riapertura dei termini del bando in oggetto, siano formalmente corretti e quindi regolarmente validi”.